Città di Cagliari – Il torneo è della Dinamo, Torino costretta alla resa

Città di Cagliari – Il torneo è della Dinamo, Torino costretta alla resa

Dopo 40′ di grande spettacolo, in un match dove è regnato l’equilibrio, sono i sassaresi ad avere la meglio per 90-81 e ad aggiudicarsi il primo posto del torneo.

Commenta per primo!

Dopo la splendida vittoria contro il Buducnost dopo un tempo supplementare nella prima partita della VII edizione dell’International Tournament City of Cagliari, la Fiat Torino incontra la Dinamo Sassari in finale. Dopo 40′ di grande spettacolo, in un match dove è regnato l’equilibrio, sono i sassaresi ad avere la meglio per 90-81 e ad aggiudicarsi il primo posto del torneo. Ottima prova della Fiat Torino che, con le rotazioni limitate vista l’assenza in campo di Vujacic (a causa di un lieve urto alla mano), dimostra comunque di essere una squadra compatta e molto pericolosa.

CRONACA
La Fiat Torino scende in campo con Poeta, Mazzola, Mbakwe, Patterson e Jones. La tripla di Jones inaugura il match, ma nell’azione successiva Hatcher risponde con la stessa moneta. Ancora Hatcher dalla lunetta per il +2 di Sassari; Patterson impatta con un arresto e tiro e il match prosegue alla pari. Randolph e compagni grazie a una maggiore circolazione di palla firmano un mini break che vale il +5 a 4’16” (9-16). Torino reagisce prontamente e trascinata da un Patterson ispirato impatta con una tripla di Mazzola dall’angolo a 2’18” (16-16). Ancora il numero 13 intercetta un pallone e vola a schiacciare per il vantaggio torinese che costringe Pasquini al time out. Al ritorno in campo i gialloblù non si fanno intimorire dalla zona e rispondono colpo su colpo agli avversari. Planinic dalla lunetta a poco più di 3” dalla fine del quarto segna il pareggio 23-23, ma è il buzzer beater di Iannuzzi a chiudere la prima frazione per il +3 torinese (26-23).

Nel secondo parziale le due squadre continuano a rispondere colpo su colpo. Washington mette a segno due triple, ma dall’altra Jones e Hatcher tengono incollata la Dinamo. Iannuzzi è preciso sotto canestro e Torino continua a condurre. E’ coach Pasquini a richiedere maggior aggressività da parte dei suoi che eseguono e, con due palle recuperate e la bomba di Stipcevic, firmano un parziale di 5-0 e si portano sul +4 a 2’01” dalla fine (38-42). Dopo il minuto chiamato da Banchi, è ancora Sassari ad andare a segno con una bomba di Randolph, mentre Torino esegue bene ma non finalizza. I tre liberi dei sardi portano il gap torinese a -9, ma capitan Poeta con un’azione di cuore accorcia le distanze a 6” dalla pausa lunga. Un altro buzzer beater, questa volta di Randolph, manda tutti in spogliatoio con il punteggio di 41-50.

Al ritorno in campo Patterson, prima da oltre l’arco e poi con un’altra azione da canestro e fallo, accorcia per il -3 (47-50 a 8’50”). Hatcher sblocca i suoi e Sassari mantiene il vantaggio. Lo strepitoso alley oop firmato Patterson-Mbakwe porta i torinesi sul -1 e coach Pasquini decide di richiamare i suoi (53-54- a 6’05”). Al ritorno in campo il gancio di Planinic, i liberi di Stipcevic derivanti da un antisportivo e la bomba del croato nel possesso extra valgono alla Dinamo il nuovo +8 (53-61 a 4’50”). Poeta da due accorcia e Patterson guadagna i liberi dopo alcune azioni a vuoto di entrambe le squadre ed è di nuovo -4 (57-61 a 2’52”). Planinic allunga ancora ma 4 punti consecutivi di Andre Jones (un libero e una tripla) fanno avvicinare ancora di più i gialloblù (61-63). Iannuzzi firma il pareggio a 30” dalla fine del quarto; Shawn Jones con un rimbalzo offensivo riporta i compagni sul +2 ma è Patterson a chiudere la frazione dalla lunetta che vale il 65-65.

L’ultimo parziale si apre con una palla recuperata di Washington fermato fallosamente in contropiede. Il numero 17 mette a segno un libero su due e Torino è di nuovo avanti. La Dinamo si riprende subito trascinata da Hatcher e grazie anche ad un fallo antisportivo fischiato ai danni di Washington mette a segno un mini break di 8-0 che la porta nuovamente +7 (66-73 a 8’31”). Andre Jones e Iannuzzi provano a reagire ma la bomba di Stipcevic tiene i sardi avanti di 8 lunghezze. Capitan Poeta suona la carica e con Iannuzzi riporta i compagni ad un solo possesso di distanza (75-78 a 3’22”). Le due squadre si danno lotta dalla lunetta con Torino che rimane sempre a -1 ma non riesce ad impattare. Dopo due punti di Patterson, Hatcher in arresto e tiro riporta la Dinamo sul +3 e Polonara chiude virtualmente il match con una tripla che vale il +5 a 1’05” dalla fine (81-86). Coach Banchi richiama i suoi, ma la Fiat non trova più la via del canestro e i liberi di Stipcevic e e di Polonara sigillano la partita 81-90.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – FIAT TORINO 90-81
Sassari: Spissu 2, Bamforth ne, Planinic 16, Devecchi, Randolph 9, Pierre 9, Jones 13, Stipcevic 15, Hatcher 18, Polonara 8, Picarrelli ne, Tavernari; all. Pasquini

Torino: Garrett 2, Vujacic ne, Poeta 13, Stephens ne, Patterson 21, Washington 7, Okeke, Jones 11, Mazzola 3, Crusca ne, Mbakwe 8, Iannuzzi 16; all. Banchi

Uff.Stampa Banco di Sardegna Sassari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy