City of Cagliari 2013: Sassari batte Samara ed è terza (55-69)

City of Cagliari 2013: Sassari batte Samara ed è terza (55-69)

Commenta per primo!

Pronta reazione della Dinamo Sassari, che dopo la sconfitta con Siena in semifinale piega i russi de Samara nella finale di consolazione. Terzo posto per il quintetto isolano, nel caldo (per clima e tifo) dell’impianto principale della città di Cagliari. A un primo tempo ben giocato dagli uomini di Bazarevich segue una ripresa dominata da esterni e lunghi sassaresi, per il 55-69 finale.

Piena risposta del pubblico nella seconda serata del City of Cagliari, con tribune e seggiolini del gremiti come nelle grandi occasioni. In avvio, entrambe ci mettono energia ed è Zabelin a impattare 4-4 al 3′. Se Samara è presente soprattutto sul piano atletico, Devecchi al 5′ la tiene a distanza (+4). Lo stesso ex Montegranaro colpisce in sospensione e, grazie alla difesa russa, il primo quarto è equilibrato (13-14).

Il secondo quarto lo apre la tripla di Caleb Green, imitato poco dopo da Tessitori. Frattanto, dà segni di vita anche Reinholt, mentre Samara si aggrappa a Wright, già in doppia cifra (24-22 al 15′). Poi per la Dinamo sono polveri bagnate, con gli ospiti dinamici e sereni. Bene fanno allora i sardi ad affidarsi ai giochi individuali, con Green che al 18′ rimette le squadre a contatto. Importante l’abnegazione difensiva dei campioni di Eurochallenge, a testimoniare che, terzo posto o no, nessuno ci sta a perdere. Ancora Wright ci mette mostarda e schiaccia poco prima dell’intervallo, che vede Samara avanti 33-31.

Sull’asse Sacchetti-Johnson in avvio di ripresa si risvegliano Dinamo e palazzo (33-36): lo sguardo è quello delle grandi occasioni. Anche Devecchi si iscrive al festival del tiro pesante e, complice un gioco più di squadra e meglio oliato, è minifuga sul 36-41 a 7:27. Il vantaggio sassarese tocca poco dopo la doppia cifra, perché Samara sporca le percentuali e i lunghi biancoblù dominano il pitturato. Alza i giri del motore Green: 6 punti in fila per il +14 al 28′.

Negli ultimi 10 giri di lancette Samara prova a dare una scossa a sé stessa e alla partita, ma Sassari va troppo forte a rimbalzo per esserne impensierita. Importante l’esplosività di Johnson, oltre alla gestione dei possessi (48-64 al 33′) e la sensazione è che la sfida sia bella che andata. I restanti minuti Sassari li usa per cementare vantaggio e statistiche, oltre che per godersi l’abbraccio del palasport sold out: 55-69 il finale, la Dinamo è terza.

Samara-Sassari 55-69

Samara: Zuev, Martynov 4, Ponkrashov, Keyru 1, Zabelin 16, Wright 17, Miles 8, Nichols 1, Chebanenko, Vasiliev, Ivanov. All. Sergey Bazarevich

Sassari: Green M. 3, Devecchi10, Johnson 8, Sacchetti 14, Thomas 9, Fernandez, Green C. 16, Reinholt 2, Diener D., Vanuzzo ne, Tessitori 7. All. Romeo Sacchetti

Arbitri: Manuel Mazzoni, Alessandro Martolini, Emanuele Aronne

Parziali: 13-14; 24-33; 43-58

Note: Spettatori: 4000. MVP Basketinside: Eugene Caleb Green (D)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy