Competitività Serie A, Petrucci e Marino rispondono a Bertomeu: “Uscita molto infelice”

Competitività Serie A, Petrucci e Marino rispondono a Bertomeu: “Uscita molto infelice”

Commenta per primo!

La risposta è arrivata a stretto giro. Non poteva essere diversamente. L’uscita di Jordi Bertomeu, CEO presidente e CEO dell’Eurolega di giovedì sulla pallacanestro italiana è stata sinceramente fuori luogo e poco gradita da FIP e Lega di Serie A («Serve un progetto che ora non si vede. Non si capisce quale sia l’obiettivo. Il problema sono gli impianti, la mancanza di infrastrutture è motto preoccupante. Bisogna tomare a coinvolgere le grandi città»). Oggi, sul “Corriere dello Sport”, nell’articolo di Andrea Barocci, Giovanni Petrucci, presidente FIP, e Fernando Marino, presidente della Lega, restituiscono le critiche al mittente non solo con fermezza, ma anche documentando con dati e fatti la nuova crescita della pallacanestro italiana dovuta anche al percorso comune di sviluppo.

«Quella di Bertomeu è stata un’uscita molto infelice -afferma il presidente Petrucci che specifica- A parte il fatto che l’Eurolega è una struttura privata e la FIP riconosce solo la FIBA, unico organismo internazionale come scritto nello statuto del CONI. Bertomeu non sa che oggi l’Italia è forse l’unica nazione europea ad avere cinque dirette tv a settimana tra A, A2 e Al femminile. Se dice che il nostro basket non fa passi avanti, evidentemente non si è mai affacciato alla nostra finestra. E poi negli ultimi due anni siamo rientrati nel basket che conta attraverso gli Europei e ci siamo qualificati al preolimpico, che abbiamo chiesto di organizzare. Insomma, noi di passi avanti ne abbiamo fatti; l’Eurolega no, visto che sta per perdere la sua seconda competizione (l’Eurocup, ndr). Infine gli ricordo che l’attività internazionale è dettata solo dalla FIBA e che (…) L’Eurolega utilizza per le sue partite arbitri italiani; ecco, è facoltà della Federazione autorizzare o meno i suoi direttori di gara.»
Dello stesso tenore e in sintonia con la FIP le considerazioni del presidente Marino: «Bertomeu dovrebbe conoscere la realtà italiana – commenta -. la nostra pallacanestro è in crescita sia per quanto riguarda il pubblico sia per audience televisiva, credibilità, sponsor. E questo grazie tanto al campionato che alle prestazioni degli azzurri agli ultimi Europei.»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy