Comunicato Sutor in risposta all’interrogazione del consigliere provinciale Di Ruscio

Comunicato Sutor in risposta all’interrogazione del consigliere provinciale Di Ruscio

Commenta per primo!

 

E’ notorio infatti di come S.S. Sutor abbia non solo ottemperato, ma anzi migliorato esponenzialmente i punti fermi del progetto, investendo nell’operazione ben più di quanto ricevuto dalla Provincia di Fermo per l’anno 2010, visto e considerato che i campionati non finiscono nel mese di dicembre.

La nostra società ha inoltre pianificato per il budget 2011/2012 una importante somma, che ha contribuito a far sì che alla Provincia di Fermo venisse assegnato il Trofeo delle Regioni 2012. Questo evento giovanile avrà una forte ricaduta economica su tutto il territorio, in quanto sono previste tra atleti, familiari degli stessi e addetti ai lavori ben 4000 presenze nell’arco di una settimana.

La S.S. Sutor sta inoltre dialogando in modo molto costruttivo con i sindaci di alcuni comuni della provincia di Fermo come Montegranaro e Porto Sant’Elpidio, per partecipare fattivamente a progetti che possano migliorare strutture già esistenti o addirittura far sorgere una nuova palestra dedicata in particolar modo all’attività giovanile, che attualmente risulta sacrificata e dislocata dall’assenza di idonei impianti.

Del progetto Prins abbiamo già parlato a lungo e in diverse sedi e ci sembra assolutamente inutile riempirci la bocca, nuovamente, di tutto ciò che in questi 18 mesi è stato sotto gli occhi di tutti, valga per il signor Di Ruscio l’affermazione del responsabile tecnico della Federazione Italiana Pallacanestro che riportiamo “Prins è un progetto cardine del basket giovanile italiano”

E’ evidente che “interrogazioni” di questo tipo tolgano buona parte dell’entusiasmo e della voglia di continuare a perseverare nel fare sacrifici di questa portata per mantenere Montegranaro e la provincia di Fermo a livelli di assoluta eccellenza nazionale. Ci domandiamo quali sono le alternative che vuole proporre il signor Di Ruscio con il suo atteggiamento sicuramente più distruttivo che costruttivo.

Relativamente al trasferimento delle gare di campionato al PalaRossini di Ancona, ci chiediamo come mai il signor Di Ruscio non sia intervenuto per tempo, formulando una interrogazione adeguata sul perché e sul per come non sia stato possibile continuare per la S.S. Sutor a svolgere l’attività di serie A al PalaSavelli di Porto San Giorgio. Probabilmente era altrove o era distratto.

Ci sia permesso infine invitare a una nostra partita il signor Di Ruscio: a Porto San Giorgio non l’abbiamo mai visto, e per sostenere un’interrogazione bisogna prepararsi bene, onde evitare un 5 in pagella!

Insomma il signor Saturnino rimanga nella sua orbita!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy