Cremona, Fioretti: “Prendiamo la sconfitta di Cantù per crescere nel girone di ritorno”

Cremona, Fioretti: “Prendiamo la sconfitta di Cantù per crescere nel girone di ritorno”

Le parole di Fioretti.

di La Redazione

“L’atteggiamento iniziale con Cantù non è stato certamente quello che ci aspettavamo, detto questo però, il loro talento e la loro fisicità sono convinto che ci metterebbero in difficoltà altre cento volte”.

Così Flavio Fioretti, vice allenatore della Vanoli, canturino di nascita e di formazione cestistica, ospite questa settimana della trasmissione Basket & Co. di Cremona1 Tv.

“Probabilmente Cantù è una di quelle squadre con cui noi ci accoppiamo sempre male” – ha continuato l’assistente biancoblu – “Paghiamo un po’ la loro fisicità e per questo difensivamente abbiamo fatto molta fatica a fermarli, soprattutto nel primo tempo quando hanno preso il vantaggio. Anche se c’è stato un tentativo di rientro, contro una squadra che veniva da quattro vittorie nelle ultime cinque partite, questo non è bastato.

Se vogliamo vedere, la partita offensivamente non l’abbiamo iniziata neanche tanto male a livello di scelte. I primi cinque tiri erano tutti ben costruiti ma purtroppo non ne è entrato neanche uno. Nell’altra metà campo, il fatto di non riuscire difensivamente a fermarli, ha così creato immediatamente il primo parziale di 11-0 che poi si è allargato ancora a causa di nostre bassissime percentuali al tiro.

Credo però che questo sia stato uno step necessario per questa squadra. I nostri tanti giocatori che sono nuovi del campionato italiano stanno per la prima volta toccando con mano quanto il girone di ritorno sia diverso da quello di andata. Ogni squadra ha un obiettivo e il livello di intensità ovviamente si alza. I nostri giocatori l’hanno capito e già nei primi allenamenti di questa settimana erano tutti concentrati perché consapevoli di aver fatto una non bella partita”.
Paolo Bassignani
Addetto stampa

Vanoli Basket Cremona

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy