E’ il giorno di White e Reggio Emilia si mobilita

E’ il giorno di White e Reggio Emilia si mobilita

Commenta per primo!

E’ stato un vero è proprio bagno di folla il primo contatto tra White e Reggio Emilia. Alla sua prima apparizione ufficiale si sono radunati nella centralissima Piazza San Prospero, almeno 500  tifosi che hanno accolto “ The Flight “ all’uscita della sua prima conferenza stampa tenutasi all’interno del ristorante  Da Prospero.

A  presentare l’ala americana erano presenti il presidente Ivan Paterlini, l’A.D Alessenadro Della Salda ed anche il patron Stefano Landi, che hanno spiegato alla stampa i termini dell’ingaggio. Il presidente nell’aprire la conferenza stampa ha tenuto a precisare  che” la società per assicurarsi White ha si fatto uno sforzo economico, ma non certamente una pazzia. Siamo sicuri che con il suo arrivo la Pallacanestro Reggiana farà divertire anche quest’anno i propri sostenitori.”

La parola è poi è passata all’A.D.  Della Salda che è entrato nei termini dell’ingaggio, “ si tratta di un contratto di una sola stagione, senza nessuna possibilità di via di fuga e perciò un contratto chiuso.  Abbiamo dovuto aver pazienza e fortuna per arrivare ad ingaggiarlo, per noi ricopre alla perfezione l’identikit del giocatore che volevamo e crediamo  che scelta migliore non potevamo fare. Sono felice di vedere quanta attenzione c’è intorno al suo arrivo, non era mai successo e questo sta a testimoniare quanto Reggio Emilia sia vicina alla sua squadra di basket.”

Poi la parola è passata a James White, che ha ringraziato per la stupenda accoglienza che la città gli ha riservato,” ho già incontrato Cinciarini, con il quale abbiamo già  trovato una comunione di intenti.”

Lei pensa che con il suo arrivo la squadra possa migliorare il 6° posto della passata stagione?

“ Io credo che la squadra sia buona e che  si sia migliorata rispetto a quella della passata stagione. Comunque bisognerà vedere partita dopo partita e fare un passo alla volta per crescere tutti assieme. Certamente io voglio vincere, solo un pazzo direbbe il contrario,  affronteremo 2 competizioni ed il mio obbiettivo è di vincere il maggio numero di partite possibili.”

Come mai ha scelto Reggio Emilia ?

“ Ho cercato di valutare quale fosse la migliore soluzione per me, ma nessuno come Reggio ha mostrato il desiderio di volermi nella loro squadra. Ho avuto buone referenze ( Bell e Karl ) e penso di avere fatto la scelta giusta per dare il meglio.”

Però ad un certo punto sembrava indirizzato verso la Cina ?

“ Quella è stata una trattativa strana, negli ultimi periodi non sembravano così convinti come all’inizio e perciò l’ho abbonda nata. Tra l’altro io cercavo una soluzione che mi offrisse anche buon livello di basket e perciò ho scelto di venire in Italia”.

Quali sono le sue caratteristiche?

“ Io sono un giocatore che ama attaccare il ferro, ma dopo l’ultimo anno in America ho affinato anche il tiro e questo mi sentire di essere un giocatore completo.

Fotogallery a cura di Roberto Pistilli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy