F8 2016, QF Cremona-Sassari: le parole di Pancotto e Calvani

F8 2016, QF Cremona-Sassari: le parole di Pancotto e Calvani

Le dichiarazioni rilasciate dai due allenatori della Vanoli e del Banco di Sardegna dopo il quarto di finale, vinto da Cremona dopo un supplementare.

Animi differenti in sala stampa, dopo l’incredibile successo della Vanoli contro il Banco di Sardegna. Il primo a prendere la parola è coach Marco Calvani:

“Partita persa nel secondo quarto, il peggiore della nostra stagione dove abbiamo segnato la miseria di sei punti. Nell’ultima frazione poi abbiamo concesso venti punti negli ultimi quattro minuti. Avevamo troppa sicurezza nel pensare che fosse già finita. Il canestro di McGee da 9 metri non è così grave come il non aver fatto fallo su Cazzolato nel finale. Ci sono state troppe azioni superficiali da parte nostra. Faccio i complimenti comunque a Cremona, brava a crederci fino alla fine”.

E’ stata poi la volta di un raggiante Cesare Pancotto, condottiero dell’impresa dei suoi ragazzi:

” Il primo ringraziamento va a Vanoli, che mi ha fatto emozionare prima della gara. Al di la delle statistiche, voglio fare i complimenti ai miei ragazzi per l’atteggiamento e la capacità di non mollare. Siamo stati bravi sul meno dieci a raddoppiare Logan, togliendo a loro sicurezza. Questa è una squadra dove a turno diventano protagonisti. Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto, ma battere i detentori della coppa ci da molta autostima in vista dell’incontro di domani. L’uscita di Cusin? Era molto stanco. Marco ci ha dato tantissimo e ha chiesto lui il cambio. Paul (Biligha) è stato bravissimo nel sostituirlo, facendo molte cose buone su entrambi i lati del campo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy