F8 2016, QF: Le pagelle di Reggio Emilia – Avellino

F8 2016, QF: Le pagelle di Reggio Emilia – Avellino

Le pagelle tra Sidigas e Grissin Bon.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA

Aradori, 5: Lo squalo costeggia la partita mostrando solamente la pinna e stringendo i denti pur di dare una mano alla squadra. L’ unico canestro della sua gara è un contropiede che signfica -4 a quattro minuti dalla fine che costringe Sacripanti a chiamare time out.

Polonara, 6: Scrive 9 a referto nel solo primo quarto mostrandosi scaltro nell’arpionare palloni nel pitturato. Resta a secco nei due quarti centrali per poi destarsi in quello finale dove è l’ultimo ad arrendersi con 6 punti. Finisce per essere il miglior realizzatore dei reggiani con 15 punti.

Della Valle, 6,5: E’ il più utilizzato da Menetti insieme a Kaukenas. Ripaga in parte i 28 minuti concessigli dal coach con 13 punti e 4 recuperi.

De Nicolao, 5: Come i punti messi in cascina in 20 minuti. Tira 1/8 dal campo con una sola tripla a bersaglio. Smazza tre assist ma non è una regia accorta.

Veremeenko, 5,5: Anche il centro bielorusso palesa una forma non ottimale e contro le torri irpine fa fatica. Segna 8 punti, ma fa 0/2 ai liberi in un momento delicato del quarto quarto con Reggio ancora attaccata al match.

Kaukenas, 5,5: Per la grinta che sempre imprime al match, il professore di Vilnius dovrebbe avere il titolo MVP ad honorem. Le Final 8 però non fanno prigionieri e non guardano le mostrine a nessun generale. Assembla dodici punti complessivi tirando 11 volte e trovando il canestro in 3 occasioni. Esce per 5 falli.

Silins, 5,5: Trascorre 26 minuti in campo portando 10 punti alla causa. Lo 0/3 da dietro l’arco grida vendetta conoscendo le doti balistiche del lettone.

Gentile, 6: Per punti, è il migliore di Reggio nell’ultimo quarto di gioco. Passa il primo quarto costantemente in panchina. Forza qualche tiro per provare a far saltare il banco ma il ferro declina l’invito.

Golubovic, 6: Molto presente nel pitturato durante il primo quarto, risulta il faro offensivo reggiano nel terzo. Quando Avellino alza il ritmo nel quarto quarto lui è a svernare in panchina.
SIDIGAS AVELLINO

Ragland, 7,5: Esuberante prova del nativo di West Springfield. Quando apre il gas della moto la difesa reggiana è costretta a leggere la targa o a spendere fallo (7 subiti). Scrive 20 a referto e distribuisce 7 assist. Con lui in campo Avellino galoppa.

Green, 6: Partita essenziale del folletto biancoverde. Indica la via con tre triple nei primi dieci minuti di gioco. A tale referto del primo quarto, aggiunge 3 rimbalzi ed un assist nel resto della sua partita. Passa l’ultimo quarto a sedere soddisfatto del lavoro svolto.

Veikalas, 8: Partita di grande caratura della guardia lituana. E’ il miglior realizzatore dell’incontro con 21 punti in 23 minuti e un solo tiro sbagliato. Servito da tre sugli scarichi è spietato come certi sguardi di donna.

Acker, 5: Una delle poche note stonate nel pentagramma sinfonico di Sacripanti. Racimola 6 punti tirando 8 volte. Perde 5 palloni l’ultimo dei quali piuttosto sanguinoso a 34 secondi alla fine.

Leunen, 6,5: Il fatto che stia 33 minuti in campo la dice lunga sulla fiducia che Sacripanti ripone in lui. Chiude con 7 punti e 7 rimbalzi, ma l’apporto fornito alla squadra, come sempre, si evince da tutte quelle cose che non vanno a referto.

Cervi, 6: Un tiro, un canestro. Dubbi che il minimalismo sia arte? Perfetto, aggiungete 8 rimbalzi.

Nunnally, 6,5: Ordinaria giornata in ufficio per il californiano. Segna 17 punti, subisce 6 falli e decolla sulla pista del Forum mettendo il punto esclamativo alla propria partita schiacciando a tredici secondi alla fine. In lunetta è perfetto.

Pini, 6: Sacripanti lo getta nella mischia nel secondo quarto e sta in campo 7 minuti in maniera dignitosa. Schiaccia dentro a canestro i suoi unici due punti del match.

Buva, 6: Insieme a Leunen forma una retroguardia difficile da battere. La sua entrata in campo dalla panchina è un investimento che deve portare subito dividendi. Ci riesce anche in questo caso, scrive 10 in 15 minuti e ribadisce il suo essere una pedina fondamentale per Sacripanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy