F8 2016, QF: Reggio Emilia – Avellino: le parole di Menetti e Sacripanti

F8 2016, QF: Reggio Emilia – Avellino: le parole di Menetti e Sacripanti

Queste le parole dei due coach al termine del quarto di finale che ha visto prevalere la Sidigas Avellino di coach Pino Sacripanti

Coach Menetti: siamo dispiaciuti perché è una competizione a cui tenevamo tanto. Ci siamo costruiti la possibilità di giocare arrivando primi nel girone di andata, ma siamo arrivati in non ottime condizioni psico-fisiche. Non siamo mai riusciti ad azzannare la partita. Ho molto giocatori che in questi 15 giorni sono andati in over-utilizzo, abbiamo fatto cose belle ma con tanti alti e bassi. Siamo la seconda difesa del campionato ma oggi abbiamo fatto molta fatica. Dispiace molto, ma ora abbiamo un obiettivo preciso, quello di recuperare tutte le persone che ci hanno permesso di essere qui per prepararci al meglio per i playoff. Peccato perchè questo è il nostro periodo peggiore e presentarsi così alle Final Eight lo paghi, però adesso abbiamo 10 settimane per lavorare in palestra e riusciremo a recuperare tutti.

Coach Sacripanti: dobbiamo fare i complimenti a Reggio, ha fatto una partita di grande ardore fino alla fine. Ci ha messo in grande difficoltà, ma credo che abbiamo meritato di vincere la partita. La partita è stata una sola, dopo un primo quarto in cui loro hanno preso vantaggio sul pick-and-roll, nel secondo quarto in poi siamo andati via bene. Complimenti ai ragazzi, siamo contenti di essere arrivati in semifinale. Green? Ha avuto un risentimento muscolare, ho preferito non rischiarlo troppo. Domani proveremo a vedere come sta e vedremo se rischiarlo. Trento? Là abbiamo vinto, ma non abbiamo fatto una buona gara. Sarà una partita molto dura e hanno qualche ora in più di recupero, ma quando si gioca una semifinale di Coppa Italia si azzera tutto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy