F8 2016, SF Trento-Avellino: le parole di coach Sacripanti e Buscaglia

F8 2016, SF Trento-Avellino: le parole di coach Sacripanti e Buscaglia

Queste le parole dei due allenatori dopo la vittoria di Avellino su Trento

Commenta per primo!

Coach Sacripanti: “Siamo felici per la finale, un mese e mezzo fa sembravamo già morti e siamo stati criticati. Per questo è una gioia particolarmente grande. Complimenti a Trento per la solidità e la durezza, infatti abbiamo fatto fatica contro la loro fisicità. Siamo stati bravi a rimanere punto a punto, poi nel singolo epidsodio siamo stati più bravi noi. Sono stato convinto di lasciare Cervi in panchina perchè sapevo che Ivan fosse il più giusto in quel momento sui pick and roll. Quindi mi prendo il merito della scelta. E quando uno può scegliere tra due giocatori che stanno bene e’ una fortuna. Oggi avevamo meno energie di ieri ma domani dobbiamo dare di più. Ovviamente il nostro sogno è alzare la coppa ma una squadra che in estate e’ stata costruita da zero questo è un sogno e una esperienza che ci serve. Un grazie enorme anche ai tifosi che sono giunti in massa fino a qua, ci hanno dato la fiducia necessaria per cogliere la finale.”

Coach Buscaglia: “Siamo molto dispiaciuti perché abbiamo fatto una partita migliore di ieri contro una squadra molto solida. Non sono tanto le palle perse né i rimbalzi, ma la qualità e il momento. Abbiamo pagato piccoli episodi e un paio di contropiedi sbagliati sul più tre. All’inizio siamo stati deficitari da tre, però poi abbiamo recuperato palloni. Abbiamo sbagliato piccole cose, peccato perché potevamo vincere la partita. Mi dispiace perchè in due o tre momenti potevamo giocare meglio e chiudere situazioni che in queste partite qui non puoi permetterti di sbagliare.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy