Gerasimenko nel post partita, tra la conferma di Abass e il “sogno” Trinchieri

Gerasimenko nel post partita, tra la conferma di Abass e il “sogno” Trinchieri

Il presidente canturino a fine gara si lascia andare a dichiarazioni sul futuro

Un vulcano pieno di gioia. Gerasimenko è incontenibile al termine del successo su Bologna, con la sua Cantù che può tirare una boccata d’ossigeno. Una gara sofferta, vissuta come sempre con il solito agonismo che l’ha caratterizzato. Al suono della sirena c’è spazio per gli abbracci con tutti, giocatori e tifosi, persino con il custode del palasport prima di raggiungere i microfoni di Radio Cantù insieme al vice presidente Andrea Mauri. Tanta soddisfazione quindi nelle parole rilasciate a Radio Cantù, ma anche pillole per il futuro: “A discapito di quanto scrivono i giornali, vogliamo ripartire da Abass. Lui è il nostro capitano e sono certo che a Ottobre indosserà la nostra maglia ancora“.  Lasciati i microfoni radio, ha poi dato spazio alle domande dei giornalisti attorno a lui, lasciandosi scappare il desiderio sul prossimo allenatore biancoblu. “Chi sarà il nuovo allenatore? Vorrei riportare a Cantù quell’allenatore italiano (Trinchieri, ndr) che allena in Germania, ma bisogna vedere anche la sua volontà”. Un nome che ovviamente ha già scatenato il boom sui social, con i tifosi canturini che già “sognano” di rivedere in panchina l’ultimo allenatore che gli ha regalato la finale scudetto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy