Granarolo, parla Hazell: “Siamo un grande gruppo, ora testa ai playoff”

Granarolo, parla Hazell: “Siamo un grande gruppo, ora testa ai playoff”

Commenta per primo!

La Virtus torna ai playoff! Lo grida lo speaker, Federico Fioravanti, a fine partita. E il pubblico dell’Unipol Arena porta i bianconeri in trionfo. Jeremy Hazell è più euforico del solito, dopo una vittoria passata dalle sue mani, caldissime anche in questa occasione. 33 punti segnati in 33 minuti giocati, neanche a farlo apposta. “Volevo solo vincere e portare a casa una partita che ci meritavamo – racconta Hazell negli spogliatoi – per tutti noi la gara significava molto, avevamo lavorato con enorme intensità durante la settimana, il coach ci aveva preparato mentalmente e mi sono fatto trovare pronto”. Con il 75% al tiro da due e il 53% al tiro da tre, è stato il miglior realizzatore di giornata, senza rinunciare a una difesa intensa nei momenti che contavano: “sento di essere migliorato molto dall’inizio dell’anno, siamo un grande gruppo e lo abbiamo dimostrato in campo anche contro Roma. Adesso non ci resta che continuare su questa strada con intensità ancora maggiore e senza perdere un briciolo del nostro entusiasmo”. La partita contro Trento chiuderà infatti la stagione regolare, ma ad una giornata dalla fine la Granarolo è già sicura di aver conquistato un posto per i playoff: “era da tempo che non nascondevamo a noi stessi questo obiettivo, è davvero una grande soddisfazione dopo tutto il lavoro che abbiamo fatto, e dimostra che siamo una squadra vera. Aspettiamo di vedere, dopo l’ultima partita, quale sarà il nostro piazzamento: a quel punto potremo iniziare a ragionare su come prepararci per le gare che ci aspettano”. Una cosa è certa, la coppia Ray-Hazell ha trascinato l’attacco della Virtus portandola al trionfo: 62 punti in due, e il ricordo di quella frase di Jeremy (“siamo gli Splash Brothers bolognesi”) pronunciata qualche mese fa: “Allan ha giocato una grande partita e insieme siamo riusciti a tenere Roma alla giusta distanza, ma il merito è del nostro gruppo, che non ha mollato neanche un istante”. L’ultimo ringraziamento è il più speciale e sentito, a quel pubblico in cui si è immerso al termine della partita per scattare selfie, firmare autografi e abbracciare chiunque potesse raggiungere: “abbiamo dei tifosi straordinari. Sono venuti con noi ovunque e ci hanno sostenuto allo stesso modo anche quando le cose andavano male. Questa vittoria è anche per loro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy