I promossi e bocciati della decima di ritorno

I promossi e bocciati della decima di ritorno

Commenta per primo!

 

 

Promossi

9 Benetton Treviso La squadra di coach Repesa cala il poker centrando la quarta vittoria consecutiva in campionato. I verdi trevigiani con la vittoria interna sulla Dinamo Sassari conquistano la quarta posizione solitaria in classifica e si preparano al meglio in vista delle final four di Eurocup il prossimo fine settimana dove rappresenteranno il tricolore italico.

 

8 Bennet Cantù La truppa di coach Trincheri alla quinta vittoria consecutiva ribadisce il suo ruolo di assoluta protagonista del campionato alle spalle della Montepaschi violando l’infuocato parquet di Brindisi al termine di una partita al cardiopalma decisa da un canestro di Leunen nel finale.

 

7,5 Je’Kel Foster ed Eric Williams Il primo spazza via l’Air Avellino e regala la vittoria alla sua Vanoli con una super prestazione da 26 punti (8/9 da due e 2/4 da tre) e 29 di valutazione totale  confermando l’ottimo ultimo periodo di forma;  il secondo, probabilmente stimolato dal confronto con Sharrod Ford,  è il grande protagonista della vittoria di Caserta su Montegranaro sfornando una superba partita da 15 punti + 15 rimbalzi con 28 di valutazione totale.

7 Giovani italiani  Coach Pianigiani all’indomani delle convocazioni in nazionale può esibire un sorriso a trentadue denti. I giovani italiani (Hackett, Datome, Gentile, Aradori, D’Ercole,Moraschini) sono protagonisti di buone prestazioni in campionato dimostrando al coach azzurro che oltre sugli assi Nba c’è un discreto vivaio italiano sul quale puntare.

6 Armani Jeans Milano e Lottomatica Roma Sufficienza  per le due metropoli del nostro basket. I milanesi battono Bologna, centrano la seconda vittoria consecutiva, mantengono il fiato sul collo di Cantù e si preparano all’ostico esame con Siena nel recupero di giovedi; i romani, anche loro al secondo successo consecutivo, mettono piede in zona play-off e si preparano alla trasferta di Sassari per sfatare il tabù da trasferta che li vede sempre sconfitti nel girone di ritorno.

Bocciati

5 Angelico Biella La squadra di coach Cancellieri è passata da sorpresa del campionato con un ottimo girone d’andata, al pericolo retrocessione con  un girone di ritorno da sole due vittorie. Anche il calendario sembra non sorridere alla giovane e spensierata  truppa biellese, che ora deve rimboccarsi le maniche per scongiurare le ultime due posizioni in classifica.

4,5 Bobby Dixon e Yahbouba Diawara Le due stelle della formazione brindisina steccano la partita e sono gli indiscussi protagonisti della sconfitta dell’Enel contro Cantù. Il primo combina più danni della grandine 5 punti (2/10 al tiro) -3 di valutazione infatti coach Bechi lo tiene a lungo in panchina; il secondo non fa molto meglio con 6 punti (3/8 al tiro) e 1 di valutazione. Con simili prestazioni individuali la salvezza brindisina diventa una scalata improba.

4 Virtus Bologna Il pessimo voto per gli uomini di coach Lardo non è da ricondurre alla sconfitta di Milano, ma al pessimo rendimento del post All Star-Game periodo nel quale in quattro partite i bolognesi hanno subito altrettante sconfitte. Adesso per il sodalizio del vulcanico presidente Sabatini  i play-off sono in pericolo e la prossima trasferta di Cremona è un vero e proprio spareggio.

 

3 Sutor Montegranaro La formazione marchigiana è la vera delusione del girone di ritorno, dopo l’ottima partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia, i gialloblù hanno perso completamente la bussola con otto sconfitte nelle ultime nove gare. Nemmeno gli  arrivi nelle ultime settimane di Toolson e S. Williams hanno dato la giusta scossa alla Sutor, i tifosi imbufaliti hanno contestato duramente il coach Pillastrini ed alcuni giocatori accusati di scarso impegno ed attaccamento alla maglia nel finale di gara a Caserta. Con un piede e mezzo fuori dai play-off il prossimo derby casalingo con Pesaro è più di una finale

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy