Juve Caserta, Mordente chiede scusa dopo l’espulsione di domenica

Juve Caserta, Mordente chiede scusa dopo l’espulsione di domenica

Chiede scusa a tutti Marco Mordente dopo l’espulsione di domenica, comminatagli dalla terna arbitrale per un doppio ‘fallo tecnico‘. Riconoscere l’errore è cosa da pochi e il giocatore della Juve Caserta ha voluto subito fare mea culpa scusandosi con la squadra e con le famiglie presenti al palazzetto perchè il suo è stato “un comportamento che non deve fare parte dello sport”. Qui di seguito un estratto dalla Gazzetta di Caserta con le parole di Mordente:

“Mi dispiace per quello che è accaduto; chiedo scusa alla mia squadra, a tutte le famiglie ed i bambini che erano presenti perchè il mio comportamento non deve far parte dello sport. Ho perso la testa quando, sul secondo tecnico, io ero arrabbiato con la panchina e non avevo bisogno di nascondermi; stavo parlando con la panchina e non con gli arbitri. Uno ha scelto di darmi ‘tecnico’ probabilmente pensando che io ce l’avessi con loro. In vita mia non mi era mai successo di prendere due tecnici ed essere espulso: in passato fui espulso ma per un doppio ‘fallo intenzionale’. Ho 35 anni e non ho bisogno di fare una cosa del genere per rovinare la mia carriera e dare un calcio al secchio pieno di latte che ho costruito in questi anni. Ho affossato la mia squadra e mi dispiace anche per i bimbi che erano presenti alla partita. Noi sportivi dobbiamo essere un esempio, lo sono stato e cerco sempre di esserlo prima ancora che essere un giocatore.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy