La Grissin Bon ai raggi X : imperativo ricominciare da zero, ma sognare non costa nulla……

La Grissin Bon ai raggi X : imperativo ricominciare da zero, ma sognare non costa nulla……

Commenta per primo!

Per la Pallacanestro Reggiana la stagione 2013/2014 parte con il preciso  imperativo di resettare tutto quello che è successo l’anno scorso e ricominciare da zero. Certo quello che successo la passata stagione rimarrà nella storia, ma appunto deve rimanere come un bellissimo ricordo, ora si deve ripartire come nulla fosse successo e iniziare una nuova avventura. Si è partiti nel confermare  sia  lo staff dirigenziale e quello tecnico, anzi allungando il contratto di un altro anno, poi si è passato alla costruzione della squadra dove si è puntato a mantenere l’ossatura di quella dell’anno scorso, soprattutto nell’asse play/pivot ( Cinciarini, Brunner ). Riconfermati prima della fine del campionato sia Antonutti che Bell e con Cervi e Silins sotto contratto, la società è partita già da una base solida. Gli addii a Slanina ed a Damian Filloy erano nell’aria ( l’anagrafe non perdona) , Jeremic non ha particolarmente convinto e perciò la società ha esercitato l’opzione di uscire dal contratto e poi c’è quello più doloroso per i tifosi biancorossi, quello di Donell Taylor che è andato a monetizzare lo splendido campionato dell’anno scorso. Sono arrivati in primis Ariel Filloy come cambio del Cincia, Coby Karl nel ruolo di ala forte ed il ritorno di Matteo Frassineti come cambio. Ma l’acquisto che ha fatto decisamente notizia e quello dell’ala piccola James White, ex New York Kniks, ma che vanta ottimi  campionati in Italia con Sassari e Pesaro. Con il suo arrivo il pubblico reggiano ha cominciato a sognare, ma come predica sempre il buon Menetti, “un passo alla volta, poi alla fine vedrete che ci divertiremo.” PLAYMAKER   Andrea Cinciarini193 cm, 84 kg, classe 1986 Statisiche : 32,8 minuti, 12,5 punti, 4,2 assist, 4.6 rimbalzi, 15.4 valutazione Arrivato a Reggio dopo una deludente stagione a Cantù e letteralmente esploso disputando forse la sua miglior stagione di serie A, fugando da subito tutti i dubbi che si potevano avere su di lui. Vero e proprio trascinatore della squadra, grande lottatore e soprattutto è “ uno che non molla mai “, diventando ben presto il leader della squadra. Crede ciecamente in questa squadra e in questo progetto, serio professionista che ha dimostrato  il perché è il play della Nazionale Italiana……..     Ariel Filloy :  190 cm. 86 kg, classe 1987 ( AcegasAps Trieste ) Statistiche  : 30,8 minuti, 13.6 punti, 3,1 assist, 3,9 rimbalzi, 12,7 valutazione Primo colpo di mercato della Pallacanestro Reggiana, Ariel va a ricoprire quel ruolo che l’anno scorso era rimasto praticamente scoperto. Reduce da una ottima stagione personale in Legadue a Trieste, in una piazza difficile dal punto di vista finanziario che a metà stagione ha smobilitato,  la serie A l’ha già conosciuta a Milano senza mai però aver potuto giocarsi le sue carte. A Reggio avrà il compito di far rifiatare Cinciarini e perché no anche di dimostrare di valere la categoria.    GUARDIE     Coby Karl : 196 cm. 98 kg, classe 1983 (Idhao Stampete ) Statistiche  : 36.1 minuti, 13,3 punti, 3,8 rimbalzi, 6,3 assist , 14,9 valutazione Già visto in Italia con le maglie di Milano ma soprattutto con quella di Montegranaro nella stagione 2011/2012, Karl è quel giocatore di sistema che è tanto caro a Max Menetti. Andrà a ricoprire il ruolo che l’anno scorso occupava Slanina ed è in grado di ricoprirlo in tutte le sue sfaccettature. Soprattutto nel saper leggere i vari momenti della gara, grazie alla sua duttilità di gioco e dovrebbe garantire un certo equilibrio interno alla squadra. E’ un giocatore che predilige l’attacco al ferro in quanto la sua fisicità gli garantisce si poter superare i diretti marcatori, ma non disdegna il tiro dalla distanza.   Troy Bell  : 186 cm, 81 kg, classe 1980 Statistiche  : 21,5 minuti, 13,9 punti, 13,3 valutazione ( Grissin Bon Reggio Emilia ) Arrivato l’anno scorso a stagione in corso con la funzione di play/guardia, quest’anno dovrà ricoprire solo il ruolo di guardia e perciò dovendosi  concentrare solo in quel ruolo garantirà sicuramente  la sua dose di punti. Giocatore dal rendimento  abbastanza costante, fungerà da 6° uomo di lusso,  molto sottovalutato da molti quando è in giornata è il classico giocatore che può cambiare  il volto delle partite.                                                                                                                      ALI  

James  White :  200 cm, 90 kg, classe 1982

E’ stato l’ultimo arrivato in casa biancorossa, ma è anche quello che ha suscitato più scalpore. Non ricordo  a memoria un simile  bagno di folla come al suo arrivo a Reggio. Principalmente è una ala tiratrice, ma dotato di ottima elevazione, ha la propensione all’attacco al canestro e non disdegna la schiacciata. Nei  2 anni in Italia ha avuto una media al tiro di oltre il 60% da 2 e del 30% nel tiro da 3 punti e vincendo la classifica marcatori nella stagione 2011/12 ed arrivando secondo nella stagione precedente. Dovrà sostituire nel cuore dei reggiani quel Donell Taylor che per 2 anni è stato la punta di diamante della Pallacanestro Reggiana.

Michele Antonutti  : 202 cm, 95 kg, classe 1986

Statistiche  : 23,7 minuti, 8,1 punti, 3.1 rimbalzi, valutazione 9,6 ( Grissin Bon Reggio Emilia ) Arrivato alla sua terza stagione in maglia biancorossa, ormai è una certezza. Giocatore che fa della dinamicità e dell’esuberanza  la dote migliore, la stagione scorsa è esploso anche nel tiro, infatti per molto tempo è stato anche colui che aveva la percentuale più  alta tra i giocatori del campionato  nel tiro dalla lunga distanza.

Ojars Silins  :  201 cm, 96 km, classe 1993

Statistiche  : 10,4 minuti,  1,6 punti, 1,4 rimbalzi  ( Grissin Bon Reggio Emilia ) Una volta sfumato Gigli, la società ha deciso di puntare tutto sul ragazzo lettone, non è un 4 puro ma la stazza fisica e la faccia tosta per diventarlo . Visto la giovane età ha ancora molto da migliorare, soprattutto in difesa, ma dispone anche di una buona mano dalla media. Da lui ci si aspetta molto, forse troppo, ma siamo sicuri che se la società è andata in questa direzione vuol dire che in lui ci vede qualcosa di veramente buono. Matteo Frassineti  : 195 cm, 93 kg, classe 1987 Statistiche  : 27,6 minuti, 9,5 punti , 2,4 rimbalzi, valutazione 6.5 ( Aget Imola ) Il ritorno inaspettato del figliol prodigo, il capitano della promozione, ha suscitato stupore nell’ambiente biancorosso. Ma attenzione il “Frasso” non si farà certamente sfuggire l’occasione di mettersi in mostra nei minuti che gli verranno concessi in questa sua prima apparizione in massima serie.  E’ un giocatore di striscia, meglio se dai 6.75, conosce a menadito il Menetti pensiero e potrà essere anche una lieta sorpresa  per il pubblico del PalaBigi.           CENTRI 

Gregg Brunner  :  201 cm, 115 kg, classe 1983

Statistiche  : 27,5 minuti, 10,7 punti, 7,3 rimbalzi, valutazione 14,5 ( Grissin Bon Reggio Emilia ) Insieme a Cinciarini forma l’asse portante della Grissin Bon, intelligenza cestistica sopraffina, gioca a basket con una naturalezza disarmante. Grande presenza nel pitturato, l’anno scorso  si è reso anche protagonista di soluzioni dalla lunga distanza che hanno migliorato ancor di più il bagaglio tecnico. Non è detto che quest’anno lo si possa vedere anche da 4, sempre Cervi giochi come nel finale della scorsa stagione. Riccardo Cervi  : 214 cm, 110 kg, classe 1991 Statistiche  : 11,2 minuti , 2,1 punti, 2,6 rimbalzi, valutazione 2,8 ( Grissin Bon Reggio Emilia ) Reggio Emilia per chi non lo avesse ancora capito punta decisamente sul ragazzone reggiano e dopo una stagione iniziata così così ma terminata in un credendo strepitoso, ora vuole da lui  continuità. I mezzi che dispone sono notevoli ma toccherà a lui metterli in mostra e non cadere negli stupidi errori che hanno caratterizzato alcune sue partite. “ Il signore degli stopponi “ come viene simpaticamente chiamato,  avrà di fronte spesso veri e propri giganti dell’area e riuscire nell’intento di non farsi stritolare, gli garantirà di  fare quel salto che tutti si aspettano. Compongono il roster, l’ala Giovanni Pini reduce da una stagione in LegaDue a Bologna, Lorenzo Lucchetta guardia di 19 anni che esce dal settore giovanile e i 2 play  Jakub Kudlacek che però difficilmente rimarrà a Reggio ed il baby Federico Mussini di cui se ne parlerà sicuramente fra qualche anno.                 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy