La Scandone ricomincia da tre: Sidigas, Vitucci e Green!

La Scandone ricomincia da tre: Sidigas, Vitucci e Green!

Commenta per primo!

In primis la Scandone del futuro avrà un nuovo main sponsor: è stato trovato l’accordo con la società edile della Sidigas che verserà nelle casse del sodalizio irpino una cifra che si aggira intorno al milione di euro. Quindi dopo 8 anni a dir poco esaltanti, l’Air non sarà più il primo sponsor anche se in ogni caso non farà mancare il suo supporto economico. Grazie al nuovo main sponsor, la Scandone può finalmente tirare un sospiro di sollievo e guardare con crescente ottimismo al futuro, ben conscia del fatto che potrà continuare la sua avventura nella massima serie del campionato italiano con relativa tranquillità. Nei prossimi giorni, più precisamente tra mercoledì e giovedì, è attesa una conferenza in casa Scandone in cui verrà ufficializzato la nuova partnership e soprattutto verrà definito il nuovo Cda. Stando alle ultime indiscrezioni, Giuseppe Sampietro dovrebbe essere nominato presidente in quanto ha dimostrato in questi mesi di essere un vero e proprio appassionato di basket e della Scandone: senza il suoi sacrifici probabilmente ora non staremo qui a parlare di futuro. Del nuovo Cda faranno parte molto probabilmente i vari Malzoni, Cardillo, D’Amore, Miranda, Alborea e Matarazzo che hanno fattivamente contribuito alla causa biancoverde.

Archiviata la pratica societaria, la Scandone si butterà sul mercato per allestire una squadra di tutto rispetto che possa salvarsi con relativa tranquillità. Scontata la conferma alla guida della squadra di coach Vitucci, con il quale è stato trovato un accordo di massima in quel di Treviso, la Scandone ripartirà da Marques Green, uno dei migliori playmaker del campionato che solo ad Avellino riesce ad esprimersi ai massimi livelli e a cui verranno affidate ancora una volta le chiavi della squadra. Al momento sotto contratto restano anche Doum Lauwers e Valerio Spinelli, con il primo che quasi sicuramente vestirà ancora la casacca biancoverde. Per quanto riguarda Taquan Dean, la guardia americana non ha esercitato l’opzione di uscita dal contratto scaduta il 15 giugno e quindi è possibile che venga confermato. D’altronde sarebbe un ottimo affare trattenere Dean in quanto per il rapporto qualità-prezzo è difficile trovare guardie migliori in giro. Vicina la conferma di Linton Johnson che nell’ultima parte di stagione ha dimostrato di avere un’ottima intesa con Green e di poter essere determinante nel nostro campionato. Dovrebbe rimanere alla corte di coach Vitucci anche Szymon Szewczyk, per il quale la Scandone ha superato l’offerta di Varese, forte della volontà del giocatore di rimanere ad Avellino. Al momento appare improbabile la conferma di Chevon Troutman che, nonostante debba recuperare da un grave infortunio, sembrerebbe essere fuori dalla portata del budget del sodalizio irpino. Scontata la partenza di Omar Thomas che al momento è negli Usa, in attesa di capire quale sarà il suo futuro dopo la scoperta del passaporto falso che gli potrebbe costare addirittura 2 anni di squalifica. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy