La Virtus porta a casa il Memorial Porelli, battendo con facilità la Fortitudo

La Virtus porta a casa il Memorial Porelli, battendo con facilità la Fortitudo

I bianconeri dominano la partita con fisicità e atletismo e sconfiggono con tranquillità una Fortitudo buona per organizzazione ed orgoglio

di Matteo Capelli

La Virtus si aggiudica il Memorial Porelli 2018 battendo per 81 a 60 la Fortitudo, in una partita che difficilmente può rientrare nella definizione di derby di Bologna. I bianconeri, dopo un inizio tutt’altro che brillante hanno fatto valere la differenza di categoria, che è apparsa davvero impressionante dal punto di vista fisico e atletico. In ogni caso, da rivedere dal punto di vista tecnico la scelta da da parte della Virtus di affrontare una squadra di categoria inferiore a meno di un mese dall’inizio del campionato. Per la Fortitudo, si è invece trattato di un buon test che i biancoblu hanno sicuramente passato dal punto di vista dell’organizzazione di squadra (coach Martino sta facendo davvero un ottimo lavoro), nonostante una differenza notevole dal punto di vista fisico.

Partita non bella, ma di discreta intensità: la Fortitudo mostra migliore circolazione di palla (spettacolare alley oop sull’asse Mancinelli / Fantinelli), ma Hasbrouck e Leunen (0/9 al tiro da 3 per i biancoblu) sprecano tiri aperti e permettono ad una brutta Virtus di non naufragare, finché uno straripante dominio fisico a rimbalzo (19 a 7 dopo 10’) ed un fulminante Taylor le permettono di chiudere il primo periodo in vantaggio 19 a 9. La categoria di differenza si sente eccome: la Effe mostra grande orgoglio, soprattutto con l’ex Rosselli, ma il solito Taylor ed un ottimo Cappelletti fanno allargare il divario fino al 42 a 18 di fine primo tempo. La Fortitudo gioca un grande terzo quarto, trascinata da un fantastico Hasbrouck (16 punti in 10 minuti), e riesce a tenere testa alla Virtus (24 a 23 il parziale), che continua a far valere la maggiore fisicità grazie all’asse Taylor / Qvale: 66 a 41 al 30’. Il quarto periodo è un breve garbage time in cui la Fortitudo riesce a vincere il suo unico parziale della serata. Vince la Virtus per 81 a 60.

Virtus Segafredo Bologna – Fortitudo Bologna 81 – 60 (19 – 9; 42 – 18; 66 – 41)

Virtus Segafredo Bologna: Punter 20, Martin 8, Pajola, Taylor 18, Baldi Rossi 10, Cappelletti 6, Kravic 4, Berti 2, Mbaye, Cournooh, Qvale 13. All. Sacripanti.

Fortitudo LavoroPiù Bologna: Sgorbati NE, Cinciarini, Mancinelli 6, Franco, Benevelli 2, Leunen 5, Prunotto, Venuto 5, Rosselli 12, Fantinelli 8, Pini 2, Hasbrouck 20. All. Martino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy