L’amarezza di Renzo Cimberio “Cerella peggio di Vitucci, non me l’aspettavo”

L’amarezza di Renzo Cimberio “Cerella peggio di Vitucci, non me l’aspettavo”

Parole pesanti quelle del Cavalier Cimberio, sponsor di Varese per il settimo anno. Nel giorno in cui i biancorossi hanno assestato il colpo Scekic, Renzo Cimberio non le manda certo a dire e, a La Provincia di Varese, ha espresso la sua amarezza per la vicenda Cerella:

Su Vitucci mi sono già espresso, ora mi tocca dire che c’è qualcuno che si è comportato peggio di lui.

Parla di Cerella?

Esatto. Se lo scorso?anno non ci fosse? stata Varese e credere in lui, oggi Cerella non sarebbe più un giocatore di basket.

Perché Cerella non le è piaciuto?

Perché dopo l’annata che ha fatto, seguito e curato da uno staff che lo ha trattato come un figlio, senza praticamente mai giocare, avrebbe dovuto firmare a occhi chiusi. «Io sono in debito con Varese, mi avete rimesso in campo e mi avete aspettato: da- temi quello che volete». Ecco cosa avrebbe dovuto dire

Invece è andato a Milano…

Io francamente sono stufo di avere a che fare con persone che mettono il denaro davanti a tutto. E da Cerella, non me l’aspettavo: è uno che va in Africa a lavorare coni bambini più sfortunati e poi si comporta così.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy