Le dichiarazioni di Mele e Sacchetti al termine di gara 4

Le dichiarazioni di Mele e Sacchetti al termine di gara 4

Commenta per primo!

Anche nella serata di ieri che è stata di grande festa per il popolo sassarese del basket, il presidente della Dinamo Sassari Luciano Mele si è lasciato andato all’ennesimo sfogo per via della mancanza di uno sponsor che possa permettere alla società sarda la sopravvivenza: “ Ancora non ho perso del tutto la speranza,ma sono molto dispiaciuto che si sia arrivati a questo punto. Tutti dicevano, vedrai arriverà uno sponsor qualcuno si farà vivo, una squadra di serie A non può restare tutto l’anno senza sponsor, invece è stato così.  Sono molto deluso e amareggiato, la mia famiglia ha fatto un bel progetto , lo abbiamo portato avanti ma in queste condizioni per noi è impossibile andare avanti. Purtroppo dalla conferenza stampa fatta nello scorso mese di Aprile non è cambiato niente nessuno si è fatto vivo, ora il tempo stringe e nelle prossime giornate dovremo prendere una decisione. Ribadisco senza sponsorizzazione per noi oggettivamente è impossibile andare avanti, spero che qualcosa possa accadere in extremis. Comunque il mio pensiero finale va alla squadra, che è stata protagonista di una grande stagione dal punto di vista sportivo, siamo arrivati ai play-off, ed anche nei play-off abbiamo fatto la nostra parte”.

Poi davanti ai microfoni è stata la volta del coach della Dinamo Sassari Meo Sachetti che ha espresso un solo rimpianto per questa serie con Milano.

Abbiamo cominciato molto male in gara 2 dove avevamo in mano l’inerzia della serie, eravamo troppo tremanti troppo esitanti, non è stato una questione di arbitraggio, non voglio tirare in ballo gli arbitri, ma del nostro approccio ed atteggiamento a quel inizio partita.

Il  secondo rimpianto del coach va all’eccessiva sfortuna che ha condizionato la sua squadra.

Senza Diener  per noi cambia tantissimo, cambia completamente il nostro gioco; si senza di lui abbiamo portato a casa gara uno, ma non potevamo sperare di fare molto di più senza la presenza di un giocatore così importante per noi. Dispiace essere usciti perché ad un certo punto avevamo fatto la bocca buona a qualcosa di più importante.

Messi da parte i rimpianti Sacchetti ha reso onore sia ai vincitori di Milano, che ai suoi uomini.

Complimenti a Milano che è più forte di noi, ma io voglio fare i complimenti, soprattutto ai miei ragazzi per il basket espresso in tutta la stagione.

Infine il pensiero dell’allenatore va sul futuro.

Voglio sperare che questa non sia stata l’ultima partita di Sassari, sarebbe un  peccato non solo per il basket sardo ma per tutto il basket italiano. Qui c’è un grande pubblico che ci ha sempre sorretto, ma anche una grande società, che, nonostante i numerosi problemi, ci è sempre stata vicina non ci ha mai fatto mancare il suo sostegno. Non voglio dare nessuno addio, solo un arrivederci, adesso vado in vacanza, ma mi auguro nella prossima stagione di potermi risiedere sulla panchina di Sassari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy