Le prime parole di Spanghero a Brindisi: “Abbiamo la stessa voglia di riscatto”

Le prime parole di Spanghero a Brindisi: “Abbiamo la stessa voglia di riscatto”

Tra lavoro in palestra e volontà di proiettarsi con corpo e mente alla nuova importante annata sportiva, il giovane playmaker Marco Spanghero rinnova l’ormai prossimo appuntamento con i tifosi biancoazzurri.

Commenta per primo!

E’ stato uno dei primi acquisti annunciati durante la sessione estiva di mercato. Tra lavoro in palestra e volontà di proiettarsi con corpo e mente alla nuova importante annata sportiva, il giovane playmaker Marco Spanghero rinnova l’ormai prossimo appuntamento con i tifosi biancoazzurri.

Ultimi giorni di vacanza prima di premere il tasto play (e chi se non lui!) e cominciare l’esperienza brindisina. L’obiettivo però è chiaro sin dal principio: vivere una stagione da protagonista!

Hai sposato sin dai primi istanti la causa. Il 14 Giugno è giunta infatti l’ufficialità del tuo ingaggio qui a Brindisi.
“E’ vero, ho scelto di accettare la proposta della New Basket perché ha mostrato immediatamente grande volontà e desiderio di prendermi. La società ha mosso subito i primi passi, dandomi un segnale importante di serietà e professionalità. Non ho avuto quindi alcun dubbio nel trasferirmi a Brindisi”.

La frase chiave della tua stagione, strettamente collegata a quella del team, potrebbe essere ‘voglia di riscatto’?
“Direi proprio di sì. Vengo da un’annata sfortunata a Verona per via di infortuni e rendimento di squadra. Quando mi si è spalancata l’opportunità di tornare in Lega A, con la maglia dell’Enel, era una chance troppo allettante da farmi sfuggire. Un professionista deve sempre essere motivato, ma certamente questo fattore comune può e deve diventare la spinta in più per condurre una grande stagione”.

Ti sei già potuto confrontare con coach Meo Sacchetti?
“E’ stata la prima telefonata che ho fatto. Non ho mai nascosto l’ammirazione per la sua carismatica figura di guida e allenatore. Già quando giocavo a Trento e lo sfidavo contro Sassari non mancavano mai i miei complimenti personali per la filosofia di gioco che sapeva sempre imprimere alla sua squadra. Mi rivedo molto nelle sue idee e non vedo l’ora di potermi affidare alla sua esperienza”.

Non vediamo l’ora anche noi. Ci vediamo presto Marco!

FONTE: Ufficio Stampa New Basket Brindisi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy