Mazzarino: “Cantù resterà sempre nel mio cuore”

Mazzarino: “Cantù resterà sempre nel mio cuore”

Commenta per primo!

Nicolas Mazzarino ha incontrato oggi i giornalisti per un saluto prima di tornare in Uruguay.
La conferenza si è aperta con le parole del Presidente della Pallacanestro Cantù, ing. Anna Cremascoli, che, pur non potendo essere presente alla NGC Arena, non ha voluto far mancare il suo saluto a Nicolas: “Mi dispiace molto non esserci di persona per introdurre il saluto di colui che è stato per 5 anni il mio capitano, ma purtroppo sono via e non riesco proprio ad essere presente. Voglio però ringraziare ancora una volta pubblicamente Nicolas per come ha interpretato il suo ruolo, per la sua professionalità e per essere stato il punto di riferimento nostro e di tanti giovani in questi anni.
Ora, come e’ giusto che sia, lascio a lui la scena perché possa salutarci come meglio ritiene. In bocca al lupo per tutto mio capitano!”.

La parola è quindi passata a Nicolas Mazzarino: “Voglio semplicemente ringraziare le persone che ho conosciuto in questi 11 anni in Italia, iniziando dal mio procuratore perché mi ha offerto la possibilità di arrivare qui e giocare senza essere nessuno. Ora, incredibilmente, vado via dopo aver lasciato un segno in questa Lega e soprattutto in questa città. Moltissima gente mi ha dimostrato affetto e vicinanza come persona e come giocatore e non posso non ringraziarli. Voglio ringraziare tutti gli allenatori che ho avuto: da Tonino Zorzi, Lino Lardo, Alessandro Giuliani a Reggio Calabria a Pino Sacripanti, Luca Dalmonte e Andrea Trinchieri che mi hanno allenato qui a Cantù. Per merito loro sono cresciuto davvero tanto come giocatore nel corso della mia carriera italiana”.

“Devo ringraziare – ha aggiunto l’ex capitano canturino – Mino, Luigi, Ricky Marelli, Amerigo, lo staff medico, tecnico e societario. Sono persone che hanno vissuto con me questi 8 anni e che fanno un lavoro incredibile senza essere sotto i riflettori. Con loro ho avuto un rapporto stupendo. Devo ringraziare la famiglia Corrado che mi ha portato a Cantù e la famiglia Cremascoli che ha guidato la società in questi anni. Soprattutto però vorrei ringraziare la gente di Cantù. Coloro i quali venivano ogni domenica al palazzetto a tifare a nostro favore, quelli che trovo in strada quotidianamente e mi fermano per parlare di pallacanestro. Tutti loro hanno dato tanto a me, alla mia famiglia e per questo Cantù rimarrà sempre nel mio cuore. Qui ho incontrato molti amici e spero che questi rapporti non finiscano anche perché, fortunatamente, con la tecnologia attuale è facile restare in contatto”.

“Sono fiero – ha concluso Mazzarino – di quello che ho fatto perché è stato il mio massimo. Forse non abbiamo vinto tanto come la gente avrebbe voluto però sono tranquillo poiché ho dato tutto quello che potevo e ho ricevuto molto di più. Spero di poter tornare in futuro qui al Pianella, fra tre o quattro anni, e salutare ancora di persona i nostri tifosi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy