Milano insegue ancora il secondo posto

Milano insegue ancora il secondo posto

Milano parte senza Mancinelli, fermato da un attacco febbrile, schiera Pecherov dall’inizio in sostituzione del giocatore abruzzese. Cremona parte bene con 4 punti filati di Rowland e Milic. Milano rintuzza con Jaaber e una tripla di Hawkins. Quando cominciano a ruotare gli uomini Milano trova l’allungo con un Mordente in spolvero. Il primo quarto trova tutti gli uomini che entrano dalla panchina  per Milano pronti e complice una difesa non troppo convinta di Cremona il parziale scivola via sino al 29 – 17 finale. In spolvero per Milano Rocca, impiegato anche come ala a fianco di Eze e Petravicius, che mostra movimenti sopraffini spalle a canestro. Cremona non pare proprio convinta, prova a rimanere aggrappata alla partita con Cinciarini, ma in apertura di terzo quarto, Eze, ottimo, sigla dalla lunetta il + 20. La gara ha poco da dire, i ritmi non sono pazzeschi. Per Milano il peggio arriva dopo qualche ritaglio di gioco dell’ultimo quarto. Sembravano già scorrere i titoli di coda del match, quando, dopo una penetrazione, ricadendo sul parquet Maciulis crolla a terra dolorante. Si rende necessaria la barella per trasportare fuori dal campo il lituano. Si attendono gli accertamenti per definire entità e tipologia di infortunio.

Milano ha giocato una partita pratica, molto precisa al tiro, complice una difesa ed adeguamenti di Cremona non tempestivi ed efficaci. La contemporanea sconfitta di Cantù a Treviso ha riaperto la corsa al secondo posto, che significa fattore campo per tutta l’eventuale durata dei play off, finale esclusa. Staremo a vedere.

I migliori

Milano

Eze: finalmente intimidazione ed energia sotto le plance, sia sul lato difensivo che su quello offensivo. Rivisto con buona continuità un tiro dalla media che può risultare arma in più per scardinare le difese.

Greer: meno passivo del solito in difesa, ha il merito di giocare pensando agli altri, con 7 assist.

Cremona

Rowland: migliore dei suoi per punti segnati, anche lui però in difesa da rivedere.

 

I peggiori

Milano

Pecherov: entra con la faccia di quello che sa che comunque sarebbe durata poco. Magari l’ambiente e la guida tecnica l’hanno già sfiduciato, ma l’occasione concessa non è stata colta in pieno.

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO 92 – VANOLI CREMONA 74.

Olimpia Armani Jeans Milano: Eze 15, Pecherov 2, Maciulis 3, Mordente 8, Jaaber 10, Rocca 14, Greer 13, Petravicius 10, Ganeto, Colnago, Saini, Hawkins 17. All. Peterson.

Vanoli Cremona: Rowland 17, Cinciarini 12, Conti ne, Sekulic 6, Formenti 3, D’Ercole 3, Perkovi 4, Milic 13, Marenzi ne, Antonelli, Foster 7, Drozdov 9. All. Mahoric.

Rimbalzi Milano 38 (Rocca 9) Cremona 30 (Milic 7)

Falli Milano 20 Cremona 14.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy