Milano-Siena, le pagelle: Bremer MVP, Pops un leone; Ress e Hackett non bastano

Milano-Siena, le pagelle: Bremer MVP, Pops un leone; Ress e Hackett non bastano

EA7 Emporio Armani Milano

Giachetti ne

Hairston 7: 14 punti e 6 rimbalzi, una sicurezza dalla lunetta, soprattutto con i 3 liberi per mandare tutti al supplementare

Fotsis 4: zero tiri, zero punti, due perse e un terrificante -13 di plus/minus… il solito Fotsis

Chiotti ne

Bourousis 6: Scariolo gli preferisce giustamente Mensah-Bonsu; nei 14’ in campo nel primo tempo conquista comunque la sufficienza portando a casa ben 5 falli subiti

Melli 5: ci ha abituato a gare migliori, non tanto dal punto di vista balistico ma per l’intensità e l’energia; oggi 18’ vuoti

Mensah-Bonsu 8: tripla doppia sfiorata (13 punti, 9 rimbalzi, 9 falli subiti), una grinta impressionante che ha spazzato via la Mens Sana; i 24 di valutazione sono il giusto premio alla sua grande partita

Bremer 8: otto come i punti nel supplementare. È lui l’uomo che ha deciso il match con le sue due bombe nell’overtime che hanno steso Siena

Gentile 7: immarcabile nel primo tempo (14 punti dei 18 totali nei primi 20’), poi forza troppo fra il 4° periodo e il supplementare

Green 7: cifre non esaltanti per il play tascabile ma il 3/4 da tre è degno di nota, soprattutto la bomba che ha riaperto il match al termine dei regolamentari

Radosevic 6: nei soli 5’ in campo riesce a portare a casa un perfetto 4/4 dalla lunetta, chiudendo con 6 punti e 9 di valutazione

Basile 5,5: fa quello che Scariolo gli chiede, ma tanta fatica in difesa

Montepaschi Siena

Brown 7: 18 punti, ma anche 18 tiri (6/18 dal campo); due lay-up per provare la fuga nel terzo quarto, la bomba del pareggio (prima della magia di Bremer), ma anche il game-winner sbagliato allo scadere

Eze 5: è l’unico che può contenere Mensah-Bonsu, non ci riesce

Carraretto 5,5: 14’ senza infamia e senza lode

Rasic 5: è vero, non è facile entrare in una serie come questa e prendersi subito la tripla… ma almeno il ferro non sarebbe male prenderlo

Kangur 5,5: non il miglior Kangur, nonostante i 10 punti e i 4 rimbalzi; pesa l’errore al termine dei regolamentari

Sanikidze 4,5: cinque minuti dannosi per uno dal suo potenziale

Ress 7,5: tiene in piedi la baracca fra punti, rimbalzi e stoppate; però che ingenuità nel fallo su Hairston!

Ortner 5,5: lotta ma non basta; un mezzo punto in più per la grande schiacciata

Lechthaler ne

Hackett 7,5: inizia male, poi è lui a trascinare la Mens Sana ad un passo dalla vittoria; il suo +3 a 10’’ dalla sirena poteva far girare, così non è stato

Christmas 4,5: riesce a perdere 3 palloni nei primi 5’; un solo merito, quello di pareggiare sul 76-76, nient’altro

Moss 5,5: non è il vero Moss, lavora molto in difesa, ma viene poco coinvolto in attacco non riuscendo a sfruttare la sua grande energia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy