Minucci rompe il silenzio sulla tv locale: presto la presentazione della squadra

Minucci rompe il silenzio sulla tv locale: presto la presentazione della squadra

Torna a parlare il GM della Montepaschi Ferdinando Minucci, ospite della trasmissione 96 Ore di Palio di Franco Masoni su Canale 3. Intervista a tutto tondo sul pianeta Mens Sana, andando a toccare più punti, quali la questione sponsor, palazzetto e giocatori, confermando l’indiscrezione che la Supercoppa si giocherà l’8 Ottobre al Palaestra di Siena.

Sulla conferenza stampa di chiusura della passata stagione sportiva:
“Non abbiamo ritenuto necessario organizzare una conferenza stampa. Vincere come abbiamo vinto è stato il segnale più grande che potevamo mandare. Non c’era altro da aggiungere. Onestamente non ci credevo, ma dopo la vittoria in Coppa Italia, nonostante il successivo mese terribile per risultati ed infortuni, abbiamo avuto la consapevolezza di poter arrivare fino in fondo in campionato”.

Sulla questione sponsor:
“Abbiamo ancora un anno di contratto con il Monte dei Paschi. La situazione della banca non ci permette di vedere il futuro in maniera rosea, dobbiamo quindi impegnarci affinché questa società possa continuare a vivere, anche con risultati diversi e soprattutto con la dignità che tutti abbiamo in società. Restiamo sempre gli stessi, non è che con un budget più alto siamo più bravi e con un budget più basso siamo in difficoltà. Noi lavoreremo sempre al massimo delle nostre possibilità”

Sul problema del palazzetto in Eurolega:
“Non potevamo assolutamente rinunciare alla licenza triennale dell’Eurolega. Soprattutto in questo momento economico, in cui la partecipazione alla competizione europea ci garantisce appeal sul mercato. La scelta di Firenze è stata obbligata, vogliamo diventare punto di riferimento per il basket toscano, ora che anche Pistoia è tornata in serie A. Abbiamo stretto accordi con società fiorentine per scambio di giocatori. Con il supporto della Regione, vogliamo fare da traino per risollevare piazze decadute e farle tornare nel basket che conta. E’ stata comunque una scelta dolorosa e ponderata, sarà necessaria una nuova organizzazione, per i tifosi studieremo delle soluzioni con pulman.

Sulla squadra:
Stiamo lavorando tutti insieme, domani avremo una riunione di consiglio per valutare i giocatori. Probabilmente proporremo la squadra tutta intera (ndr. 26 Agosto secondo indiscrezioni) senza pillole. Anche perché le trattative sono difficili, proponiamo meno ed a volte molto meno della concorrenza. Per questo dobbiamo avere pazienza e capacità di proporre situazioni tecniche adeguate. Alcune saranno scommesse assoluta, altri sono giocatori con più esperienza. Ripartendo da Hackett, che è stato l’emblema, l’acquisto migliore. E’ voluto restare a Siena, mai lo avrei obbligato, viste le condizioni economiche, a restare nella Mens Sana per guadagnare molto meno di quanto potenzialmente potevano proporgli le squadre che lo seguivano. A Siena si sente a casa, crede nell’organizzazione, nella città e nel progetto tecnico.

Sul coach:
La scelta di Crespi è stata naturale, siamo bravi a scegliere i vice. Siena garantisce una crescita non solo ai giocatori, ma anche agli allenatori. Il ritiro partirà l’1 Settembre, 9 giorni a Bormio prima di una serie di amichevoli, che comunicheremo quanto prima, tra cui il Cska.

Considerazioni finali
Prima o poi arriverà il momento in cui dovremo abbandonare questo triangolino dalle maglie, lo faremo con la dignità che abbiamo sempre avuto. In questi anni le altre piazze si son strofinate le mani ma nessuno ci è riuscito. Vorrei che la squadra ci rappresentasse, solo questo. Gli altri sono economicamente più forti di noi, hanno progetti tecnici importanti, ma l’augurio è di vivere una stagione al meglio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy