Monaldi: “Non vedo l’ora di iniziare qui a Sassari”

Monaldi: “Non vedo l’ora di iniziare qui a Sassari”

Le prime parole di Diego Monaldi.

Commenta per primo!

Il play-guardia biancoblu ha raggiunto la Sardegna: stamattina la sua visita in Club House

Ha scelto di raggiungere Sassari con un po’ di anticipo rispetto al calendario di raduno e ritiro biancoblu. Questa mattina  Diego Monaldi ha voluto far visita alla Club House, per iniziare a conoscere e prendere confidenza con quello che sarà il suo mondo nella prossima stagione. “Sono già  qui soprattutto per conoscere la città e l’ambiente – dice –  e per cominciare immediatamente  il lavoro, che comunque non ho mai sospeso durante il periodo estivo. Mi sono organizzato per venire in anticipo in modo da arrivare alla data del ritiro in condizioni ottimali”.

Una scelta, quella di Sassari, su cui il giovane laziale non ha avuto alcuna esitazione e ora manca davvero poco all’inizio della sua nuova avventura: “Ambiente e società sono di alto livello – afferma –  per me è il top, la migliore prospettiva possibile. Sono qui per migliorarmi e misurarmi a un livello più alto, non vedo l’ora di cominciare. A livello personale arrivo in punta di piedi, senza pretendere niente, mettendomi a totale disposizione del coach e del gruppo. E mi auguro di arrivare a fine stagione soddisfatto di quanto fatto, sia a livello personale che di squadra”.

Tra poco più di dieci giorni il numero 32 biancoblu incontrerà i suoi compagni di squadra, e il pensiero è già proiettato sul primo impegno ufficiale della stagione, la prima dei giganti in Fiba Champions League con round 1 dei preliminari, che è anche la sua prima volta in Europa da professionista. “Penso che sarà molto importante l’amalgama e l’intesa che saremo in grado di creare nel mese di preparazione – dice – in una partita del genere conta molto, dato che non sarà possibile avere una conoscenza perfetta dei compagni di squadra e la forma potrebbe non essere ancora quella ottimale. La Dinamo ha un ottimo roster, composto da giocatori tutti straordinari e sono davvero convinto che avrò occasione di apprendere tanto, visto il livello dei miei futuri compagni”.

Intanto, nei prossimi giorni, Diego approfitterà del suo arrivo anticipato per fare qualche giretto in zona e riscoprire l’isola dopo tanti anni: “Sono stato due volte in Sardegna da piccolo – racconta – i ricordi sono di un posto fantastico, con un clima eccezionale e scenari naturali che lasciano davvero a bocca aperta. Durante l’anno spero di avere l’occasione di girare un po’ e conoscere meglio l’isola”.

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy