Orlandina-Cremona, la sala stampa: le parole di Di Carlo e Pancotto

Orlandina-Cremona, la sala stampa: le parole di Di Carlo e Pancotto

Commenta per primo!

Continua a volare l’Orlandina, che centra la terza vittoria consecutiva. Il percorso inversamente proporzionale lo sta facendo invece la Vanoli Cremona di coach Pancotto. Ecco le dichiarazioni dei tue allenatori dopo il match di ieri.

Coach Di Carlo: “Mi aspettavo una partita complicata e difficile, una Cremona combattiva che ha dimostrato tenacia e carattere. Mi aspettavo anche un’Orlandina che poteva andare a singhiozzo viste le due settimane in cui avevamo fatica ad allenarci. Sono contento della vittoria, vincere questa gara mostra che il gruppo è sano e che possiamo ancora crescere. Con l’innesto di Tepic e il recupero degli infortunati credo che il gruppo possa competere e giocarsela, almeno al PalaFantozzi, contro tutte le squadre del torneo. Da martedì si ricomincerà a lavorare per andare a Caserta. Oggi abbiamo finito con cinque giocatori in doppia cifra, siamo una squadra che prova a giocare insieme, a passarsi la palla. Partire con 0/13 da tre può portare ad avere sempre gli avversari incollati. Abbiamo ancora più meriti perché secondo me Cremona ha fatto una gran partita. Questa sera è un punto di partenza, non un punto di arrivo, quindi cercheremo di crescere ancora e di migliorare”.

Coach Pancotto: “Abbiamo messo in gabbia Fitipaldo, che temevano molto ma non è bastato. Le partite si vincono nei dettagli. E i 4 tiri liberi che abbiamo sbagliato tracciano la linea che separa la vittoria dalla sconfitta. Il mercato? Lo stiamo monitorando, ma non ci lamenteremo mai delle assenze, non fa parte della nostra filosofia. Capo d’Orlando ha dimostrato di avere il killer instinct che solo una squadra in fiducia può avere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy