Ottimo test per Orlandina e Viola

Siciliani sul velluto. Reggini con cinque assenze ma l’atteggiamento è quello giusto.

Commenta per primo!

La Betaland Capo d’Orlando vince lo scrimmage casalingo con la Viola Reggio Calabria per 96-67. Davanti a oltre 500 sostenitori orlandini i ragazzi di coach Di Carlo hanno ben impressionato su una Reggio Calabria volenterosa e grintosa al di là delle numerose assenze (Fabi problema agli adduttori, Caroti botta al ginocchio, Fallucca dito steccato e Marulli affaticamento muscolare e Taflaj impegnato con la nazionale maggiore dell’Albania).Momento magico per per i reggini al momento dell’ingresso al PalaFantozzi della Curva Massimo Rappoccio, presente, rumorosa, numerosa, e sempre festante.

I quintetti

L’Orlandina schiera in quintetto Fitipaldo accanto a Diener, Archie e Berzins in ala con con Nicevic sotto canestro.

Coach Paternoster risponde con Barrile in regia, Legion, e Guaccio in ala con Lupusor e Radic sotto canestro..

La cronaca

I primi punti della pre-stagione della Viola arrivano da Ivica Radic sotto canestro a rispondere alla tripla inziale di un incontenibile Diener(immenso nel primo quarto), 9-2 il primo parziale dopo i primi 2’ di gioco. Legion e il giovanissimo Barrile(la rivelazione assoluta del test) da tre provano ad accorciare le distanze, -5, è sempre Diener però, già in ottima forma, a rilanciare i suoi, 20-9. Primi cambi per Paternoster con Guariglia e Micevic per Guaccio e Lupusor, qualche palla persa e forzatura di troppo dei nero arancio consente ai padroni di casa di allungare sul +17. Buona prova del classe 1995 Barrile(atleta cresciuto nel vivaio della Viola da un paio di anni in Serie C), a fine primo quarto l’ingresso trionfale della tifoseria reggina al Pala Fantozzi(la Curva Massimo Rappoccio è già in clima campionato), 31-15. Nella seconda frazione di gioco immediato 5-0 dei siciliani, sono i due canestri consecutivi di Ion Lupusor ad interrompere il digiuno, punteggio e ritmi che si abbassano, Legion (13 punti) forza qualche tiro (3/9) prima di trovare la tripla, quando i siciliani corrono in contropiede son dolori per la difesa, Archie e Fitipaldo(velocissimo anche nello stretto) portano l’Upea al +8 a 1’58” dal termine. Radic allo scadere risponde alla tripla di Fitipaldo, 50-29. Terzo quarto: ritmi che si abbassano ulteriormente, mani fredde in avvio per entrambe le squadre nonostante il gran caldo al Pala Fantozzi, Lupusor da una parte e Walker dall’altra, bel canestro in lay-up di Legion per il 4-6 di parziale a favore dei nero arancio, l’Upea inizia a correre e a macinare punti con il giovanissimo Berzins(spettacolare la sua schiacciata), 13-8 a 2’59” dal termine, Micevic e Legion ad infilare la retina, ancora uno scatenato Berzins con il terzo canestro consecutivo, 71-42. Quarto quarto: Franzò in cabina di regia, Berzins continua a martellare con continuità il canestro, è il solo Legion con due triple consecutive a smuovere la retina avversaria, 10-10. Spazio negli ultimi cinque minuti di gioco anche per Franco Gaetano da Lamezia Terme, applausi per Diener con l’Upea che chiude i conti con la schiacciata di Archie, finisce 96-67.

Le dichiarazioni dei Coach

Coach Di Carlo: «Capo d’Orlando è magica, mi stupisce sempre di più. Avevamo percepito l’affetto del pubblico  già in settimana, ma stasera è stato un bel colpo d’occhio. Nonostante avessimo dei carichi di lavoro pesanti sulle gambe abbiamo fatto una gara importante per mentalità ed energia. Alla fine abbiamo sentito un po’ di stanchezza, ma era una cosa già preventivata, nonostante ciò abbiamo continuato a giocare di squadra dando anche dimostrazione di avere carattere».

Coach Paternoster: In questa fase il risultato lascia il tempo che trova, era la nostra prima uscita e sono obiettivamente soddisfatto di quello che abbiamo fatto nonostante le tante assenze, non era facile giocare senza esterni, ma tutti i ragazzi hanno dato il massimo. Ho visto dei miglioramenti dal punto di vista fisico, dal punto di vista tattico dobbiamo ancora crescere tantissimo. Seppur contro una squadra più avanti di noi come condizione, quasi al completo e di una categoria superiore siamo riusciti a tirare ben 63 volte e di questo sono davvero soddisfatto. Fabi e Caroti sono sulla via del recupero mentre per Marulli e Fallucca ci vorrà ancora un po’ di tempo. Ancora dobbiamo fare un allenamento al completo, ma giovedì contro Barcellona mi aspetto di vedere già ulteriori miglioramenti.

Betaland Capo d’Orlando – Viola Reggio Calabria 96-67 (31-15, 50-29,71-42)

Betaland Capo d’Orlando: Fitipaldo 16, Iannuzzi 5, Laquintana 4, Nicevic 4, Pavicevic, Diener 18, Archie 12, Stojanovic 10, Stolic, Berzins 24, Walker 3. All: Di Carlo

Viola Reggio Calabria: Gaetano 2, Franzò, Radic 12, Barrile 7, Lupusor 2, Legion 28, Caroti ne, Guariglia 2, Guaccio, Micevic 4. All: Paternoster

Fotogallery a cura di Janira Galipò

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy