Pasta Reggia Caserta, Iavazzi:”Disposto a farmi da parte se c’è chi da garanzie”

Pasta Reggia Caserta, Iavazzi:”Disposto a farmi da parte se c’è chi da garanzie”

Si è da poco conclusa la conferenza stampa con cui Raffaele Iavazzi, socio di maggioranza della Juve Caserta, ha voluto chiarire il suo punto di vista sulla diatriba che lo vede opporsi a Carlo Barbagallo per la guida della società.

Il messaggio che Iavazzi ha voluto dare durante l’odierna conferenza stampa durata poco più di mezz’ora è stato quello di essere disposto anche a farsi completamante da parte se la fondazione in via di creazione rappresentata da Carlo Barbagallo desse garanzie serie di poter mandare avanti il basket a Caserta.

L’unica certezza è che la JuveCaserta continuerà la sua vita, probabilmente lo farà in A2, a prescindere dagli attori” con queste parole il numero uno bianconero ha voluto subito tranquillizzare i tifosi e smentire chi aveva insinuato che potesse essere a rischio anche la sopravvivenza stessa della società. Iavazzi, infatti, ha espresso la chiara volontà di restare comunque al timone della Juve in caso non dovesse andare in porto la cessione del club all’ex amico Barbagallo che, stando a quanto detto da Iavazzi quest’oggi, dovrà acquistare il 100% delle quote societarie poichè Iavazzi si considerà “incompatibile” con l’imprenditore siciliano. “I rapporti con Carlo non sono buoni da quando gli ho tolto la presidenza e non ci parliamo da mesi, parliamo solo attraverso l’avvocato. Io assumo informazioni solamente tramite stampa perchè lui ha tolto l’amicizia da Facebook a me e alla mia famiglia” così Iavazzi ha espresso tutta la sua amarezza per il deterioramento dei rapporti umani con l’ormai ex socio e, successivamente, ha letto il testo della riasposta fatta pervenire oggi a Barbagallo in cui lo si invita a presentarsi mercoledì alle ore 16:30 nello studio di un notaio con due assegni circolari della somma complessiva di 300.000 euro per l’acquisizione del 100% della Juve, ovviamente dopo aver chiarito chi sono i suoi soci e che garanzie danno per il futuro della società poichè, per citare Iavazzi, “è giusto che io sappia questo “figlio” in mano a chi lo metto“. In caso non si dovesse avverare quanto prospettato, Iavazzi ha invitato il suo ex socio a non parlare più di JuveCaserta e si è detto disposto a comperare immediatamente il 10% di Barbagallo.

Sulla situazione debitoria invece il presidente bianconero si è espresso così:”I debiti che Barbagallo ha nei confronti della JuveCaserta sono di più di quelli che ho io nei confronti dei fornitori” ed ha fatto notare che se il problema sono i 300.000 euro che gli andrebbero corrisposti per l’acquisizione delle sue quote allora è difficile pensare che la fondazione, che ricordiamo ancora non è stata creata, possa avere le basi economiche per realizzare progetti importanti.

Per chiudere il discorso societario, Iavazzi ha comunque riferito di essere in contatto con altri imprenditori del territorio per avere aiuti ma, in caso non fosse Barbagallo e chi lui rappresenta a prendere in mano la società, vuole matenere il 51% delle quote.

Per quanto concerne la vicenda palazzetto, si dovrà aspettare l’incontro che Iavazzi avrà con il nuovo Presidente della Provincia di Caserta per sapere se ci sono i margini per rinnovare l’accordo con l’ente di Terra di Lavoro ma comunque non ha intenzione di sottrarre risorse alla costruzione della squadra per giocare al PalaMaggiò e pertanto si stanno vagliando nuove soluzioni. Iavazzi si è detto disponibile a collaborare con Barbagallo solo per la costruzione di un palazzetto in città, progetto che da anni è il pallino del patron bianconero.

Infine il presidente della Juve ha rivelato, in caso resti lui proprietario, di avere un accordo di massima con Enzo Esposito per far sì che resti il tecnico della squadra e che scelga anche i giocatori per la prossima stagione e che non si può ancora sapere chi resterà o meno perchè i contratti da professionisti vanno ristipulati ora che Caserta dovrà affrontare un campionato non professionistico come quella di A2.

Insomma bisognerà attendere mercoledì per sapere realamente cosa succederà ma la sensazione è che sarà sempre Iavazzi a portare avanti la carretta bianconera come è successo negli ultimi anni.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy