Pesaro-Cantù, la sala stampa: le parole di Bazarevich e Paolini

Pesaro-Cantù, la sala stampa: le parole di Bazarevich e Paolini

Le parole dei due allenatori.

Commenta per primo!

Coach Bazarevich commenta così la sconfitta della sua Acqua Vitasnella a Pesaro: “Abbiamo avuto una settimana molto difficile dal punto di vista fisico e solamente venerdì siamo riusciti ad allenarci cinque contro cinque. Anche oggi non eravamo al completo per le assenze di Fesenko per infortunio e di Heslip per malattia. Ciò nonostante abbiamo lottato. Quando scendiamo in campo dobbiamo essere dei professionisti e competere perché siamo degli uomini di sport e dobbiamo cercare di essere migliori dei nostri avversari”.

“Congratulazioni a Pesaro – ha aggiunto l’allenatore russo – per la salvezza. La Vuelle è stata sicuramente ottima a livello offensivo. Anche noi in attacco abbiamo compiuto un buon lavoro, ma in difesa siamo stati decisamente negativi. Credo proprio che la cattiva difesa individuale sia la causa della nostra sconfitta. Bisogna poi riconoscere che sicuramente ha inciso molto anche il fattore campo”.

Cosí nel dopo partita un raggiante, esausto Ricky Paolini: “La squadra ha dato l’anima, abbiamo lavorato duro e siamo restati uniti anche nei momenti più difficili. Peccato solo per le due partite interne con Torino e Caserta. Per il resto, penso che siamo cresciuti tanto nel girone di ritorno. Ero convinto che Cantù sarebbe venuta a giocarsela e lo abbiamo visto che non ci ha regalato niente. A Torino noi faremo lo stesso. Questa società e questa città meritano di guardare ad obiettivi anche più importanti”.

Fonte: gli uffici stampa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy