Pesaro supera Recanati, in vista Turner e Pecile

Pesaro supera Recanati, in vista Turner e Pecile

Commenta per primo!

Scavolini Pesaro 88

Basket Recanati 68

(24-16, 20-21, 20-21, 24-10)

Scavolini Pesaro: Musso 11, Bartolucci, Young 7; Trasolini 12, Amici 8, Anosike 13, Turner 18, Terenzi 6, Pecile 15. All. Dell’Agnello

Basket Recanati: Gnaccarini 5, Pierini 12, Gurini, Fantinelli 7, Mosley 23, Stefanini 4, Pullazi 4, Starring 2, Tortù 8, Pettinella 4. All. Bernardi

Arbitri: Mattioli e Ardone di Pesaro

 

Pesaro in proiezione gara esterna a Cantù, Recanati verso il doppio turno in quattro giorni Firenze in casa, Reggio Calabria in trasferta. Ne esce una bella amichevole, la prima nella storia cestistica tra le due società.

Si gioca con azzeramento. Serie A contro DNA Silver ma Recanati tiene bene il campo di fronte ai più titolati avversari nel primo periodo, conquista il secondo ed il terzo, cede alla distanza nel quarto con un approccio in questo caso che non è piaciuto.

Mosley gran mattatore con 23 punti. Starring impiegato solo 12’ poi fermato precauzionalmente per un dolorino la cui natura sarà accertata nelle prossime ore, anche se da un primo esame non sembra alcunché di preoccupante.

Pesaro senza Hamilton fermato da un po’ di febbre. (nella foto i tre Usa di Recanati, Mosley-Pettinella-Starring)

Pesaro parte con Young, Trasolini, Amici, Turner, Pecile. Recanati risponde con Pierini, Fantinelli, Mosley, Starring Pettinella. Bernardi proverà 4 starting five diversi su cui poi farà ruotare vari cambi. Aria di “casa” per Stefanini, Tortù e Gnaccarini.

Nei primi 5’, 12-10 e Recanati alla pari con i padroni di casa. La formazione di Bernardi spinge e Mosley crea grattacapi alla retroguardia pesarese che approfitta per fare un break di una brutta gestione di una palla da parte di Recanati che dal possibile 15 pari si trova 18-13. Frazione appannaggio di Pesaro 24-16.

Cambia quintetto Bernardi nella seconda frazione. In campo Stefanini, Fantinelli, Tortù, Pettinella, Gnaccarini. Recanati allunga e mantiene il minimo vantaggio (20-21) alla fine per aggiudicarsi il periodo.

Nuovo quintetto dopo il riposo lungo. Per Recanati aprono la gara Pullazi, Gnaccarini, Pierini, Stefanini, Mosley e ancora un punto avanti alla fine, 20-21. Se ci fermassimo qui, l’aggregato sarebbe 64-58 con la squadra che tiene bene testa agli avversari di categoria superiore.

Nei primi 5’ dell’ultimo periodo Recanati (in campo in partenza Pullazi, Gnaccarini, Pierini, Stefanini e Mosley) non trova più la via del canestro: 1 punto dalla lunetta. Pesaro non perdona e piazza l’11-1 che chiude la pratica. Pesaro va via in progressione, Recanati cede spazi e si disunisce, Pesaro fa suo nettamente il periodo 24-10.

“Di fronte a una squadra di caratura superiore ho visto un Recanati tonico e piacevole per almeno 30’ –commenta Bernardi- certi errori potevano evitarli ma avevamo di fronte avversasi che non ti perdonano nulla. Però abbiamo tenuto bene testa e potendo utilizzare poco Starring che ho preferito fermare quando ha accusato un dolorino. Contro Pesaro abbiamo fatto delle buone cose ma è evidente la differenza di stazza tecnica tra noi e loro è enorme, in talento ed atletismo. Però nel nostro ambito ho visto delle buone cose. Ci aspettano due partite intense in quattro giorni meglio non rischiare, Firenze e Reggio. Per la gara contro Firenze voglio che la squadra tiri fuori il 150% da subito con tanta, tanta intensità, sputando sangue dal 1’ al 40’. Dal pubblico il 200% del sostegno e del calore perché vogliamo questi due punti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy