Pistoia da applausi: il Cska s’arrende alla squadra di coach Moretti

Pistoia da applausi: il Cska s’arrende alla squadra di coach Moretti

Commenta per primo!

Applausi convinti per la “prima” ufficiale della nuova Giorgio Tesi Group: al cospetto di una delle grandi d’Europa, il CSKA Mosca di Ettore Messina, vincitore dell’Eurolega nel 2008, i biancorossi vincono e divertono i quasi 1500 tifosi presenti sugli spalti del PalaCarrara, al termine di 40 minuti condotti sempre avanti con grande autorità nel punteggio. Squadre ancora imballate (per entrambe il campionato inizierà fra un mese esatto), com’è chiaro che sia dopo nemmeno due settimane di preparazione, ma l’inizio della Tesi Group è scoppiettante: il quartetto colored Wanamaker-Daniel-Washington-Johnson, regala subito giocate d’alta scuola, fra schiacciate e alley-oop, e così dopo il pimo quarto Pistoia è già avanti di sette lunghezze (14-7). Nonostante la condizione atletica ancora approssimativa, i ragazzi di Moretti dimostrano tuttavia di correre bene lungo il campo, in quello che sarà uno dei marchi di fabbrica fondamentali della nuova Giorgio Tesi Group versione “serie A”. Wanamaker smista bene il gioco, la difesa gioca con grande intensità (altro comandamento di coach Moretti che il gruppo sembra aver già ben recepito), e per il CSKA, apparte un paio di fiammate di Hines, diventa difficile venire a capo del match: qualche limite a livello di condizione sia fisica che mentale da parte dei russi, certo, ma, come candidamente ammesso anche da coach Messina nel dopo gara, appaiono ben evidenti tutti i meriti di Pistoia. Nel secondo tempo, la corazzata russa prova a rifarsi sotto, riuscendo a costruire qualcosa di meglio in attacco, ma il divario (che all’intervallo lungo era di 13 punti, 28-15) non scende mai sotto la doppia cifra, anche perché per il CSKA continua lo stillicidio di tiri dall’arco che si infrangono sul ferro: Pistoia dal canto suo galoppa in contropiede, soprattutto con Wanamaker, e così a metà terzo quarto arriva anche il massimo vantaggio (+17 sul 37-20). Due bombe di Micov nel finale di terzo periodo rallentano la fuga di Pistoia (44-33 all’ultimo mini-intervallo), che però riprende a macinare punti e gioco fin dai primi possessi del quarto parziale. Gli animi si scaldano un po’ troppo a seguito di un contatto fra Wanamaker e Weems (entrambi espulsi), ma i biancorossi non sembrano pagare l’assenza del loro play e anzi incrementano il vantaggio fino a un persino troppo vistoso +21 (57-36). Coach Moretti concede negli ultimi minuti spazio a tutta la panchina, compresi i giovani Zita, Natali, Giusti e Pelucchini, e così il CSKA (con tre bombe di Zavlackas) ricuce lo svantaggio fino al 64-53 finale. GIORGIO TESI GROUP PISTOIA-CSKA MOSCA 64-53 (14-7, 28-15, 37-20) GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Verri 3 (10?), Daniel 12 (23?), Meini 4 (25?), Pelucchini 0 (1?), Zita 0 (7?), Galanda 2 (16?), Wanamaker 9 (19?), Washington 11 (23?), Cortese 9 (24?), Natali 0 (1?), Bozzetto 0 (13?), D’Arrigo 4 (16?), Giusti 0 (2?), Johnson 10 (20?). Allenatore: Paolo Moretti. CSKA MOSCA: Micov 11 (26?), Gudumak n.e., Pargo 7 (26?), Jackson 3 (23?), Ershkov 0 (9?), Komolov n.e., Weems 7 (24?), Zozulin 0 (19?), Shukhovtcov 0 (2?), Kaun 1 (15?), Khryapa 2 (17?), Zavlackas 14 (16?), Hines 8 (23?). Allenatore: Ettore Messina. ARBITRI: Lo Guzzo di Pisa, Mazzoni di Grosseto, Baldini di Firenze. MVP: Kyle Hines (CSKA Mosca), 8 punti, 11 rimbalzi, 5 falli subiti, 17 valutazione SPETTATORI: 1500 –

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy