Pistoia-Varese, la sala stampa: le parole di Esposito e Caja

Pistoia-Varese, la sala stampa: le parole di Esposito e Caja

Esposito: “Ci sono state tante cose positive in questa gara”. Caja: “Decisive le triple avversarie nel finale”.

di Pietro Pisaneschi, @Doppia_P

Pistoia infligge la prima sconfitta del girone di ritorno a Varese. Al PalaCarrara la The Flexx trova due punti d’oro per la lotta salvezza. Queste le parole dei due coach a fine gara attinte direttamente dall’Ufficio Stampa del Pistoia Basket 2000.

ESPOSITO:  “Tra le cose che avevo chiesto alla squadra per questa sera c’era l’intensità per tutti i 40 minuti e direi che a livello di energia e cattiveria per 38 minuti c’è stata. L’approccio non è stato, va detto, brillantissimo, ma la reazione a un inizio difficoltoso, in termini proprio di intensità, beh mi auguro di vederla da qui alla fine della stagione. Sapevamo che affrontavamo una squadra che fa di questo la propria arma e contrastarla non era facile, anche perché la nostra situazione di classifica ci mette un po’ di pressione e invece i ragazzi, anche nelle volte in cui Varese, meritatamente, è riuscita a rientrare in partita, devo dire che hanno reagito con grande voglia e lucidità, trovando sempre il giocatore più in fiducia e in ritmo. Nel primo tempo abbiamo concesso un po’ troppi secondi possessi ai nostri avversari altrimenti a metà gara il nostro vantaggio sarebbe potuto essere più ampio. Nella seconda parte di partita invece siamo migliorati anche su questo aspetto, senza per questo mancare sul piano dell’energia per andare a giocare bene in contropiede. Ci sono quindi tante cose positive nella gara di stasera, anche perché ci siamo adattati piuttosto bene al tema tattico che Varese ha provato a dare alla partita nel secondo tempo: noi non siamo una squadra che ha nelle proprie corde di tirare oltre il 60% dei propri possessi da 3, però devo dire che siamo stati bravi anche ad affrontare questa situazione. Ovviamente non potremo sempre pensare di tirare 43 volte da 3, ma contro una squadra che nel secondo tempo ha difeso fortissimo nel pitturato non avevamo moltre altre possibilità. Sono molto contento soprattutto per i ragazzi, che hanno fatto due ottime settimane di allenamento, finalmente senza problemi fisici. Ancora giocatori come Bond e McGee non sono a posto sul piano fisico, ma stiamo lavorando bene per recuperarli al 100%”.

CAJA:  “Si è dimostrata la partita che mi aspettavo: quando nel pre-gara ho detto che Pistoia è una squadra di buonissimo livello e questo sarebbe stato per noi un match molto difficile, evidentemente non mi sbagliavo. Abbiamo approcciato molto bene la partita e avremo dovuto essere più avanti nei primi due quarti per come abbiamo difeso. Purtroppo non abbiamo concretizzato in attacco, perdendo anche qualche palla ingenuamente che ci è costata cara, però, al di là di questo, la partita è stata punto a punto fino alla fine: è banale dirlo, ma due triple realizzate da Pistoia e due triple sbagliate da noi hanno deciso la sfida dopo che per due volte eravamo rientrati. Credo che in questo senso gli episodi siano stati favorevoli ai nostri avversari, che hanno vinto comunque meritatamente: potevamo anche ottenere un risultato diverso, ma complimenti a Pistoia e per noi si tratta di ripartire con tranquillità perché non possiamo certo pensare di vincere tutte le partite. Pistoia ha avuto diversi giocatori protagonisti, mentre noi no e questo ha pesato. E’ difficile pensare di vincere su un campo complicato come questo giocando magari soltanto in due o tre sopra le righe. Peccato magari per la prestazione di Natali che sta andando molto bene in questo periodo e che è un giocatore cresciuto tantissimo quest’anno ma che stasera non è riuscito a entrare in partita, mentre Wells anche qui ha dimostrato di non essere in un buon momento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy