Raduno, tocca alla Reyer. Un unico coro: “Vogliamo lo Scudetto”

Raduno, tocca alla Reyer. Un unico coro: “Vogliamo lo Scudetto”

Commenta per primo!

Questa mattina presso il Palasport Taliercio la prima squadra maschile dell’Umana Reyer si è trovata per il consueto raduno di inizio stagione. Tutti presenti e a disposizione di coach Recalcati e del suo staff tecnico, a cominciare dai 7 confermati del gruppo 2014/2015 (Ruzzier, Goss, Jackson, Viggiano, Peric, Ress, Ortner), per passare ai 3 nuovi acquisti (Green, Tonut e Owens). La vera notizia del giorno è però la presenza di Michael Bramos: il forte giocatore greco è stato uno dei primi ad arrivare al Palasport di Mestre e resterà in prova per 10 giorni, il tempo per Recalcati di verificarne la tenuta fisica dopo lo stop (infortunio alla caviglia) che lo ha costretto a saltare tutta la scorsa stagione. In caso di esito positivo, Bramos sarà ufficializzato il 28 agosto ed entrerà a tutti gli effetti a far parte dell’organico orogranata.

Ecco di seguito, in esclusiva, le dichiarazioni dei principali attori lagunari:

FEDERICO CASARIN (Presidente): “L’obiettivo è ripartire dal gruppo che abbiamo costruito lo scorso anno, migliorarci e vincere. La partecipazione all’Eurocup ci riempie d’orgoglio (la Reyer torna in Europa dopo 30 anni): è un impegno duro ma allo stesso tempo stimolante. La nostra campagna acquisti è stata positiva: Green, Tonut e Owens andranno a rinforzare una squadra già competitiva, attendiamo Bramos sul quale nutriamo fiducia. Tra le avversarie vedo favorite Sassari e Milano che, seppure abbiano cambiato molto, hanno costruito due squadre competitive seguendo i dettami dei loro coach. Reggio Emilia ha continuato il suo progetto puntando su italiani di valore, mentre Brindisi e Avellino saranno sempre lì a ridosso delle prime posizioni.

STEFANO TONUT (Guardia): “Sono davvero contento di essere approdato a Venezia. Ho seguito con grande interesse la scorsa stagione le gesta dei miei nuovi compagni: credo fermamente che il gruppo sia la chiave del successo e non ci vorrà molto per trovare la chimica di squadra dentro e fuori dal campo. Non vedo l’ora di iniziare e di mettermi a disposizione di coach Recalcati: dal punto di vista personale, porterò energia e sono pronto a sacrificarmi in difesa per i miei compagni e a rendermi utile anche in attacco. Cercherò di imparare i segreti dai più esperti e di seguire i loro consigli. L’Eurocup è un’occasione in più per crescere e confrontarmi a livelli ancora più alti. So con certezza che rispetto all’ultima stagione a Trieste, dove tutto è sempre filato liscio, dovrò essere ancora più forte mentalmente limitando al minimo gli alti e bassi.”

MIKE GREEN (Playmaker): “Ho accettato con entusiasmo la proposta di Venezia perchè sono qui per vincere il campionato: in Italia mi sono sempre trovato bene e conosco perfettamente il valore dei miei compagni di squadra. Almeno quest’anno ho la certezza che Ress non mi elimina ai playoff (ride), visto che con Cantù e Varese sono uscito sempre per mano di Siena. Ha influito molto anche avere la possibilità di essere allenato da coach Recalcati: credo sia un grande allenatore e c’è una grande stima reciproca. Dobbiamo lavorare in palestra ed essere pronti per i primi impegni ufficiali: voglio vincere in Italia e fare bene anche in Europa. Io porto leadership, ma non sono l’unico: siamo una squadra esperta e con grande personalità, questo ci sarà di grande aiuto nel corso della stagione.

JOSH OWENS (Pivot): “Sono qui a Venezia per vincere più partite possibili. Quello che più mi ha impressionato le volte che ho affrontato la Reyer in campionato è stata l’esperienza e la forza mentale dei suoi giocatori. Porterò atletismo e dinamismo nelle due fasi del gioco. Il doppio impegno sarà una grane occasione per migliorarci e giocare più partite, fare esperienza ed aumentare la qualità della nostra pallacanestro.”

MICHAEL BRAMOS (Ala): “Sono reduce da un infortunio ma ora mi sento molto bene, mi sono allenato in questi ultimi 3-4 mesi con costanza. Venezia è una grande opportunità per me: ho tanta voglia di tornare in campo e dimostrare agli scettici che il problema fisico è completamente superato. Il campionato italiano è competitivo: ho parlato con Spencer Nelson e mi ha parlato molto bene dell’organizzazione societaria, della squadra e dell’ambiente. L’esperienza al Panathinaikos, unita alle estati trascorse con la Nazionale, mi hanno permesso di migliorare il mio livello di gioco e sono pronto per dare il mio apporto anche a Venezia.”

PHIL GOSS (Guardia): “Voglio vincere il campionato per Charlie perchè so che ci tiene molto a diventare il primo coach italiano a vincere 4 scudetti con quattro squadre diverse. La scorsa stagione è stata importante per gettare le basi, ora dobbiamo migliorare e lo faremo grazie ai nuovi innesti. L’Eurocup ci permetterà di giocare e confrontarci con club importanti ma al contempo ti toglie energie, soprattutto a causa dei viaggi e degli spostamenti; sono sicuro che alla lunga il doppio impegno ci aiuterà ad affinare la chimica ed aumentare il livello del nostro team. Ho lavorato nelle ultime 6 settimane intensamente a Washington: rispetto ad un anno fa sono molto contento di iniziare al 100%. L’inizio non è stato facile per me, fortunatamente non è stato un problema per la squadra che continuava a vincere. Io e Green siamo il miglior backcourt della Serie A (lo ripete due volte): abbiamo rispetto reciproco, è un grande leader e spetterà a Charlie metterci nelle migliori condizioni per farci rendere al meglio.”

CHARLIE RECALCATI (Allenatore): “Sicuramente le prime settimane di lavoro saranno più semplice della scorsa stagione: aver confermato 7 giocatori permetterà ai nuovi arrivati d’inserirsi rapidamente. Avremo alcune novità dal punto di vista tecnico: abbiamo un play come Green al quale dobbiamo affidare le chiavi della squadra. Green e Goss dovranno dimostrare di essere la migliore coppia del campionato: Phil era da tempo che desiderava di giocare con Mike e per questo è molto contento. Mi ha detto che mi vuole dedicare lo Scudetto e noi dobbiamo crederci: questa è una squadra che ha forza e fiducia, come si è visto l’anno scorso con Sassari non sempre vince la società che spende di più. Se ci è riuscita la Dinamo, perchè non possiamo provarci anche noi? Dobbiamo farlo in ogni manifestazione e torneo a cui parteciperemo. Chiaro che crescono le attese e le aspettative ma se si vuole puntare in alto bisogna sapere gestire anche le pressioni. Se saremo in grado di gestire i momenti difficili che inevitabilmente arriveranno nel corso della stagione, la partecipazione all’Eurocup rappresenterà solo un vantaggio per noi. Bramos ha 28 anni ed è nel pieno della carriera, ha giocato al Pana e ha avuto un ruolo importante anche con la Grecia. Ha deciso di rimettersi in gioco e sono convinto che possa darci una mano: è un grande professionista, vuole dimostrare di stare bene e siamo molto fiduciosi. Abbiamo 10 giorni per valutarlo e saremo lieti di integrarlo ufficialmente nel nostro roster al termine del periodo di prova.”

 

UMANA REYER VENEZIA 2015-2016

#4 Hrvoje PERIC
#5 Phil GOSS (K)
#7 Stefano TONUT
#8 Jarrius JACKSON
#10 Mike GREEN
#11 Michele RUZZIER
#12 Michael BRAMOS* (in attesa di ufficializzazione)
#13 Josh OWENS
#14 Tomas RESS (VK)
#16 Benjamin ORTNER
#22 Jeff VIGGIANO

Allenatore: Carlo RECALCATI
Assistenti: Walter DE RAFFAELE, Alberto BILLIO, Alberto BUFFO
Preparatore Atletico: Renzo COLOMBINI
Team Manager: Mauro SARTORI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy