Recalcati: “La Sutor giocherà una buona pallacanestro. Collins? Un bel colpo”

Recalcati: “La Sutor giocherà una buona pallacanestro. Collins? Un bel colpo”

Commenta per primo!

Si è tenuta quest’oggi, nella sede di Viale Zaccagnini, la consueta conferenza stampa di presentazione della stagione 2013-14. Coach Recalcati ha dato uno sguardo a tutto tondo alla prossima annata della Sutor Montegranaro, analizzando la situazione attuale e le aspettative della società veregrense. Sull’arrivo di Mardy Collins “Abbiamo seguito tanti giocatori, dopo un’estate molto difficile e aver trovato molte porte chiuse, ma siamo riusciti ad aggiudicarci il giocatore adatto a noi. Collins può giocare in tre ruoli, ed è l’ala ideale per giocare accanto a Mayo. Nasce tutto dal fatto che noi abbiamo due guardie che hanno come compito principale il classico “prendi e tira”, ed un giocatore come Collins, in grado di creare gioco palla alla mano, può esserci utile. E’ un playmaker aggiunto, magari quello che fa il passaggio definitivo, ed è in grado di mettere in condizione Mayo di avere un compagno che gli può passare palla ad azione in corso. L’ex New York, per la caratura della nostra squadra, è indubbiamente un grande colpo.” Sul mercato “Dobbiamo riuscire a ridare un’immagine della Sutor a livello internazionale, che purtroppo ha un po’ perso. Il fatto di non avere grande visibilità, già messo in preventivo, non ci ha aiutato molto in certe operazioni di mercato. Abbiamo seguito fin dall’inizio il campionato israeliano, sempre ricco di ottimi giocatori (perlopiù americani). Da lì infatti sono arrivati Skeen e Collins, nonostante il primo non ci sia molto piaciuto al Maccabi Ashdod, a causa della sua convivenza con il pivot Simpson che lo costringeva giocare troppo lontano dal ferro. Gli chiederemo di tornare come al college, variando di più il suo gioco. Ora ci occuperemo della scelta del secondo playmaker, anche se l’arrivo di Collins ci mette un po’ ai ripari su questo piano, considerando anche possibili infortuni durante l’anno. Il regista che cerchiamo, vista la composizione della squadra, sarà probabilmente un italiano, ma se non troveremo un giocatore nostrano che ci dia garanzie potremmo prendere un americano. Firmare Sakic sotto questo punto di vista è stato molto importante, dato che se avessimo preso al suo posto un extracomunitario (il quarto) saremmo piuttosto in difficoltà a muoverci; aspettiamo ovviamente, prima di parlare, che l’approdo di Fabio Di Bella a Brescia sia ufficializzato, ma l’accordo fra le parti c’è. Mi intriga il pensiero di allenare questa formazione, saremo una squadra che giocherà una buona pallacanestro.” Sulla ripresa degli allenamenti “Nei primi tre giorni faremo una sola seduta di allenamento con il preparatore atletico Renzo Colombini, mentre giovedì e venerdì cominceremo invece a pieno regime, mattina e pomeriggio. Sabato e domenica svolgeremo le sedute di atletica e pesi, mentre dalla prossima settimana riprenderemo ad allenarci al PalaSavelli di Porto S. Giorgio. Ovviamente, gli allenamenti saranno aperti ai tifosi.” Sul prossimo campionato “Milano parte come favorita, dopo alcune stagioni a secco. Difficile pensare comunque che squadre come Siena e Cantù, pur in una fase di rinnovamento, non possano essere delle formazioni da parte alta del tabellone playoff. Possono inserirsi anche Sassari, Brindisi e Avellino, che hanno fatto un gran lavoro e rinforzato il roster. Roma, che ha perso Datome e Lawal, difficilmente ripeterà una stagione come la passata, ma potrà dire la sua.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy