Reggio Emilia al via, con l’obbiettivo di riconfermarsi tra le grandi

Reggio Emilia al via, con l’obbiettivo di riconfermarsi tra le grandi

Commenta per primo!
foto per basketinside di Luigi Anghinetti

“Siete i nostri Campioni” con questo slogan è iniziata la nuova stagione della Pallacanestro Reggiana, ancora targata Grissin Bon e lo ha fatto mercoledì con il consueto Open Day al Circolo Equitazione di Reggio Emilia, dove la nuova formazione si è prima presentata alla stampa e poi si è concessa un vero e proprio bagno di folla.

Assenti tra i giocatori Polonara, Della Valle e Aradori per impegni con la nazionale e l’ultimo arrivato Veremeenko che arriverà oggi in città dove si sottoporrà alle rituali visite mediche e se tutto sarà ok raggiungerà i nuovi compagni nel ritiro di Castelnovo ne Monti.

Nella conferenza stampa iniziale, il neo presidente del circolo Armano Fratti, oltre a dare il benvenuto alla squadra, che per il 14° anno consecutivo inizia la stagione al C.E.R.E, ha ricordato che prima di tutto di essere un grandissimo tifoso della squadra e che mai si sarebbe aspettato di un giorno di accoglierla da padrone di casa. Un saluto è arrivato anche dalla signora Gianna Grassi, presidente della Immobiliare Ippica Reggiana, che ha espresso tutta la sua emozione nel aver davanti la squadra vice campione d’Italia.

Poi la palla è passata alla dirigenza biancorossa, in testa il vice presidente Ivan Paterlini che ha ringraziato il circolo della splendida accoglienza che tutti gli anni offre alla squadra, all’Amministratore delegato Alessandro Della Salda che ha definito la prossima stagione una “sfida “ che vedrà la Grissin Bon cimentarsi sicuramente in 3 competizioni ( Campionato, Supercoppa, Eurocup ) e sperando anche nella fase finale della Coppa Italia.

Poi spazio alla domande dei media presenti, che hanno cercato di capire di come è stata costruita questa nuova squadra e di come mai non ci fosse neanche un americano, anzi si vada verso un asse italia-lituania anche con il ritorno, seppur con compiti diversi, di Donatas Slanina.

“La squadra, ha sottolineato Della Salda, vuole continuare ad essere diversa dalle altre formazioni e se  non ha americani non perché non li vogliamo, ma bensì abbiamo trovato una certa armonia e condivisione di intenti con quello che voi chiamate blocco lituano, ma prima sono persone che seppur abbiano vinto tanto, hanno ancora voglia di impegnarsi ed insegnare al nostro blocco italiano che in questo momento si sta preparando per gli Europei.”

Ultimo ma non meno importante, il coach Max Menetti che ha puntato molto il suo discorso sul fatto di archiviare la stagione scorsa per ripartire con più slancio nella nuova perché occorre sempre guardare avanti sia nello sport che anche nella vita.

 

Chiaramente il tasto Palasport è stato toccato, e se da un lato Della Salda ha ammesso che con questo impianto la stagione scorsa ci sono sfuggiti parecchie migliaia di euro, in biglietti e sponsorizzazioni, ha di nuovo ribadito che il problema Palasport è un problema della città di Reggio Emilia e non della Pallacanestro Reggiana. Dall’altro lato invece chi si è dimostrato fiducioso è stato Max Menetti, che crede nelle parole del sindaco, pronunciate al termine della stagione scorsa, ed è sicuro che sarà il Sindaco del nuovo Palazzetto.

Terminata la conferenza stampa, tutta la squadra si è concessa ai propri tifosi che a stento è rimasta al suo posto durante la presentazione, ma poi ha letteralmente preso d’assalto i propri beniamini, che non si sono sottratti a tante foto e autografi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy