ROAD TO F8 2016 – Dolomiti Energia Trentino

ROAD TO F8 2016 – Dolomiti Energia Trentino

Trento arriva alle finali di Milano forte del nuovo acquisto Berggren per migliorare il risultato dello scorso anno e superare il momento difficile vissuto in campionato.

Commenta per primo!

La stagione della Dolomiti Energia è stata fino ad ora un concentrato di emozioni e risultati che l’ambiente e la società difficilmente si aspettavano. Un campionato che li vede stabili in zona playoff, la qualificazione alle finali di Coppa Italia e non ultima la qualificazione alle Final 8 di Eurocup alla prima apparizione ufficiale sono traguardi importanti per la società di via Fogazzaro. Consolidato il roster con l’arrivo di Wright e Sutton, il G.M. Trainotti è riuscito a portare a Trento l’esperienza di Poeta e la potenza di Sutton creando quel giusto mix che alla fine ha dato equilibrio e nuove motivazioni alla squadra. La stagione dei bianconeri si è leggermente complicata però a causa dell’infortunio di Filippo Baldi Rossi, uomo chiave di Trento soprattutto per i minuti di intensità che portava sul parquet. Buscaglia ha dovuto riadattare la formazione a causa della perdita del giocatore cercando soluzioni in panchina ma portando inevitabilmente un carico di lavoro sul campo, che sommato a tutti gli impegni che l’Aquila sta già affrontando hanno portato alle ultime due sconfitte di fila in casa. Trento arriva alle Final 8 conscia della propria forza e del suo collettivo, rinforzato dall’arrivo del neo acquisto Berggren, ex centro di Cantù che sarà subito disponibile per le finali di Coppa di Milano.

La stella:

Con i suoi 15 punti di media e 7 rimbalzi a partita, il vero trascinatore e giocatore imprescindibile per i bianconeri è Julian Wright. Forza fisica ed intelligenza tattica hanno portato il gigante americano ad ergersi come leader in campo e fuori. Sa quando è il momento di forzare e quando rifiatare, dando ritmo in attacco e consistenza in difesa, ma soprattutto è l’asso nella manica di Buscaglia nei momenti decisivi della gara.

Chi sale:

Nonostante il momento difficile di queste ultime giornate di campionato, la Dolomiti Energia può sempre contare su un gruppo di giocatori in grado di cambiare la partita in qualsiasi momento. Pascolo è sempre di più il gioiello di questa squadra tatticamente intelligentissimo e padrone del campo in qualsiasi posizione. Accanto a lui Buscaglia può contare sullo strapotere fisico di Sanders e Sutton ma soprattutto sulla grande rivelazione di questo campionato dei bianconeri ovvero Trent Lockett. Partito in sordina, l’ala proveniente da Minnesota ha dimostrato un gran tiro da tre ma soprattutto una grande abilità difensiva ergendosi a giocatore imprescindibile nelle rotazioni di Buscaglia.

Chi scende:

Nota dolente della stagione di Trento è sicuramente il reparto di regia. Poeta non è mai riuscito a portare in campo quella cattiveria agonistica che lo caratterizza, mentre Forray in questa stagione tranne qualche vampata sporadica non ha mai trovato continuità. Sarà importante la loro prestazione nelle Final 8 dove non solo gambe e polmoni, ma soprattuto la testa e l’impostazione della partita, affidata alle loro mani, faranno la differenza.

Statistiche:

Wright Julian (203 cm, C, ’87) ppg 15.1, rpg7.2 e apg 2.2

Pascolo Davide (203 cm, A, ’90) ppg 12.9, rpg 6.3 e apg 1.5

Lockett Trent (196 cm, A, ’90) ppg 11.2, rpg 3.5 e apg 1.7

Sanders Jamarr (193 cm, A, ’88) ppg 8.3, rpg 1.6 e apg 3.1

Baldi Rossi Filippo (207 cm, A/C, ’91) ppg 8.7, rpg 0.7 e apg 1.3

Sutton Dominique (196 cm, A, ’86) ppg 6.8, rpg 0.9 e apg 1.4

Forray Toto (187 cm, P, ’86) ppg5.1, rpg 2.2 e apg 2.4

Poeta Giuseppe (190 cm, P, ’85) ppg 5.2, rpg 1.3 e apg 2.2

Flaccadori Diego (193, G, ’96) ppg 4.4, rpg 1.7 e apg 0.9

Lechthaler Luca (206 cm, C, ’86) ppg 1.4, rpg 0.1 e apg 0.1

Lofberg Johan (199 cm, A, ’95) ppg 0.0, rpg 0.5 e apg 0.3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy