Road to F8 2016 – Kruno Simon “Competizione molto equilibrata, vogliamo vincere”

Road to F8 2016 – Kruno Simon “Competizione molto equilibrata, vogliamo vincere”

Saranno otto le squadre che si sfideranno al Forum di Assago per la conquista della Coppa Italia. Krunoslav Simon, in un’intervista esclusiva rilasciata a Basketinside.com, ci racconta della voglia di vincere dell’EA7 Emporio Armani Milano.

Saranno otto le squadre che si sfideranno al Forum di Assago per la conquista della Coppa Italia. Krunoslav Simon, in un’intervista esclusiva rilasciata a Basketinside.com, ci racconta della voglia di vincere dell’EA7 Emporio Armani Milano.

Milano, sul suolo nazionale, parte sempre con il favore dei pronostici. Questo è un peso o uno stimolo in più per conquistare gli obiettivi?

“Vogliamo vincere, essere favoriti o no non ha alcuna importanza. Si giocano partite di 40 minuti e quello che serve è vincere l’avversario che hai di fronte senza preoccuparti troppo di quello che si dice. E’ un campionato equilibrato come dice la classifica quindi ogni partita, non solo le nostre, sarà tutta da giocare”

Ipoteticamente, la semifinale potrebbe essere il remake della scorsa finale (Milano-Sassari), Venezia e Cremona permettendo. Quale occasione migliore per “vendicarsi”, no?

“Forse, ma oggi pensiamo solo a Venezia che è forte, competitiva, profonda e ha esperienza internazionale. Detto questo, lo scorso anno di noi c’erano solo Gentile e Cerella e Ale è infortunato. Sassari stessa è cambiata quasi tutta. Non parlerei di vendetta, sono due squadre diverse”.

Dall’altro lato ci sono Reggio, Avellino, Trento e Pistoia. Chi ha le carte in regola per arrivare in finale?

“Reggio Emilia è la più quotata ed esperta, Avellino la più in forma, Trento sta disputando un Eurocup strepitosa e non solo, Pistoia è solida e lo è dal primo giorno. Può succedere di tutto come ho detto”.

La formula della Final Eight spesso è spietata. Quali sono le insidie di questa competizione?

“Non spesso, sempre. Basta sbagliare cinque minuti e sei fuori. Vale per tutti. Dobbiamo giocare un possesso alla volta, una difesa alla volta, intensi per 40 minuti.

Su cosa deve puntare l’Olimpia per alzare il trofeo? E quali sono gli aspetti da migliorare? 

Dobbiamo solo essere continui senza cali di tensione per 40 minuti, difendere forte e giocare di squadra. Abbiamo giocatori da inserire quindi come chimica siamo indietro ma i margini di miglioramento sono enormi in tutto”.

Un titolo che manca dal 1996, quale occasione migliore giocare nel proprio palazzetto…

“Esatto ma in una Final Eight l’errore più grande che puoi fare è pensare di vincere il trofeo fin dall’inizio mentre tutta l’attenzione va rivolta alla prima partita e basta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy