Road to F8 2016 – Mike Green “Milano è la favorita per la vittoria”

Road to F8 2016 – Mike Green “Milano è la favorita per la vittoria”

Saranno otto le squadre che si sfideranno al Forum di Assago per la conquista della Coppa Italia. Mike Green, in un’intervista esclusiva rilasciata a Basketinside.com, ci presenta le Final Eight e analizza il percorso della sua Reyer Venezia fino ad oggi.

Commenta per primo!

Saranno otto le squadre che si sfideranno al Forum di Assago per la conquista della Coppa Italia. Mike Green, in un’intervista esclusiva rilasciata a Basketinside.com, ci presenta le Final Eight e analizza il percorso della sua Reyer Venezia fino ad oggi.

Partiamo dalla Coppa Italia: l’avversario ai quarti di finale sarà l’Olimpia Milano. Cosa pensi della squadra allenata da coach Repesa? Vi sono possibilità di passare il turno?

Milano è la favorita al titolo. Hanno un roster molto profondo e coach Repesa ha la possibilità di variare i giocatori che ha disposizione e cambiare diversi tipi di quintetti a seconda delle esigenze.

Ti aspettavi un campionato così equilibrato? Hai notato delle differenze riguardo al livello generale della Serie A rispetto alla tua ultima avventura a Varese?

Si, il campionato italiano è molto più equilibrato rispetto a quando giocavo a Varese. Penso che la ragione principale stia nell’apporto che danno i giovani italiani, il loro livello medio è cresciuto notevolmente negli ultimi anni.

La prima parte di stagione è stata caratterizzata da molti alti e bassi e probabilmente non avete risposto adeguatamente alle aspettative dei tifosi: come ti spieghi questo?

Credo che la squadra abbia avuto molti alti e bassi, anch’io non sono stato in grado di garantire una buona continuità di rendimento. Stiamo cercando di trovare i giusti ritmi ed equilibri. Siamo una squadra esperta e stiamo migliorando l’intesa giorno dopo giorno. I campionati non si vincono ad agosto e a settembre: vogliamo farci trovare pronti alla fine della stagione e provare, nel frattempo, a vincere più partite possibili.

Qual’è il compagno di squadra che ti ha stupito più positivamente e per quale motivo?

Conoscevo molti attuali compagni di squadra per averci giocato contro nelle mie passate esperienze italiane. Probabilmente Bramos è il giocatore che mi ha sorpreso maggiormente: è stato il primo ad integrarsi negli schemi e lo considero, per distacco, il miglior tiratore del campionato. Penso, inoltre, che Ruzzier e Tonut siano due validi giocatori: entrambi avranno due carriere importanti.

Quali sono i prossimi obiettivi che ti auguri di raggiungere individualmente e con la squadra?

Indipendentemente dai risultati fin qui conseguiti, i miei e gli obiettivi della squadra non sono cambiati: vogliamo puntare a vincere il campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy