ROAD TO F8 2018 – Marcus Slaughter: “A Firenze con la convinzione di potercela giocare”

ROAD TO F8 2018 – Marcus Slaughter: “A Firenze con la convinzione di potercela giocare”

Il centro ex Real Madrid parla della sua esperienza a Bologna ed alla Virtus, indicando anche quali dettagli le Vnere devono migliorare per potersi giocare le proprie carte a Firenze.

Commenta per primo!

Alla vigilia delle Final Eight di Coppa Italia che si giocheranno a Firenze tra il 15 e il 18 febbraio, Marcus Slaughter parla della sua esperienza alla Virtus Bologna, analizzando anche quali dettagli aiuterebbero la squadra di Ramagli a competere con le top 4 della massima serie. I bianconeri, giunti settimi al termine del girone di andata, affronteranno la Germani Brescia nell’ultimo quarto di finale (palla a due venerdì 16 alle 20,45).

Come giudichi il cammino della squadra finora?

“Siamo partiti in modo più che dignitoso, poi è arrivata qualche sconfitta di troppo in volata. Quelli sono stati momenti di grande difficoltà. Ora però ci stiamo riprendendo anche grazie ad una maggiore conoscenza all’interno del roster ed ad un conseguente aumento della qualità della nostra pallacanestro.”

Cosa deve migliorare la Virtus per poter battere le prime quattro squadre del campionato?

“Nelle ultime partite abbiamo dimostrato che giocando di squadra in attacco ed essendo solidi in difesa e a rimbalzo possiamo battere chiunque e magari inserirci tra le prime 4.”

Quali sono i vantaggi (o le difficoltà) di giocare in una città che vive di basket come Bologna?

“A Bologna mi trovo benissimo. E credo che essere uno sportivo professionista in questa città sia fantastico perché si riesce a percepire un grande sostegno per la Virtus. Tutte le partite il palazzo è pieno e questo ci dà un’energia eccezionale.”

Come percepisci la rivalità con la Fortitudo e ti piacerebbe in futuro giocare il derby?

“La Fortitudo gioca in A2, quindi per me è difficile percepire la rivalità. Però già prima di venire qui avevo sentito parlare del derby e certamente sarebbe un piacere giocarne nel futuro.”

Veniamo ora alla coppa italia. Pensi che il modo in cui Brescia ha vinto (e festeggiato) al Paladozza possa essere una motivazione in più in vista di questa sfida?

“Si avremo sicuramente motivazioni extra, non solo per come ci hanno battuto in casa nostra, ma soprattutto perché vogliamo assolutamente fare strada in coppa e magari vincerla.”

Ultima domanda, chi vedi come favorita per la vittoria della competizione?

“In una competizione con partite così ravvicinate può succedere di tutto. Dico quindi che non ci sono favoriti ed ogni partita sarà una battaglia di quaranta minuti.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy