Sacchetti e il nuovo Banco di Sardegna: ‘Diverso ma comunque sempre atletico ed aggressivo’

Sacchetti e il nuovo Banco di Sardegna: ‘Diverso ma comunque sempre atletico ed aggressivo’

Commenta per primo!

Nella cornice dell’Atelier Macciocu coach Meo Sacchetti, impegnato nella misurazione e nella scelta dei tessuti per gli abiti della prossima stagione, confezionati dal binomio Macciocu-Canali grazie alla collaborazione con la Dinamo Banco di Sardegna, ha incontrato i giornalisti di televisione, carta stampata e agenzie. Quasi tre settimane dopo la vittoria dello scudetto al PalaBigi il tecnico campione d’Italia ha commentato la stagione appena conclusa, destinata a rimanere nella storia con il triplete biancoblu, e anticipato qualcosa sul futuro della Dinamo. Conclusa una stagione eccezionale si pensa già alla prossima..

“E’ stata davvero un’annata incredibile, nella quale abbiamo ottenuto grandi risultati: merito di una squadra folle che, nonostante gli up e down, ha saputo esserci nei momenti fondamentali dimostrando solidità e determinazione, merito anche del grande lavoro in sinergia dentro e fuori dal campo con la società. Ora ci proiettiamo verso il futuro”. Che squadra sarà la Dinamo 2015/2016? “Sicuramente una squadra diversa, basata sulle nostre caratteristiche peculiari come atletismo e aggressività e forse con un po’ di centimetri e peso in più sotto le plance. Lavoreremo sodo perchè ogni giocatore possa esprimere al meglio le sue caratteristiche e i suoi talenti. Probabilmente alterneremo un centro più leggero e dinamico a uno di stazza sotto canestro, soprattutto per l’Europa, ma siamo ancora al lavoro con la società per costruire il roster”. Quali sono gli obiettivi per la nuova stagione? “E’ presto per parlarne ma sicuramente vogliamo partire bene, sarà una stagione impegnativa e per la seconda volta affronteremo l’Eurolega: ci piacerebbe in questo senso fare uno step in avanti, pur consapevoli di incontrare i top club d’Europa”. L’aver centrato il triplete cambierà l’approccio al nuovo anno sportivo? “Bisognerà trovare il giusto bilanciamento, senza presunzione, per avere ancora fame: a volte bisogna essere bravi a cogliere le occasioni e noi quest’anno lo abbiamo fatto. Anche nella nuova stagione ci impegneremo al massimo per fare del nostro meglio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy