Sassari-Cantù le pagelle di gara 5: Drake, Gordon e Vanuzzo sugli scudi, per Cantù una serata da dimenticare

Sassari-Cantù le pagelle di gara 5: Drake, Gordon e Vanuzzo sugli scudi, per Cantù una serata da dimenticare

Commenta per primo!

 

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:

 

Sani Becirovic: in gara 4 era stato croce e delizia della Dinamo, con una grande partita offensiva, ma carente sotto il piano difensivo. Oggi gioca d’autorità mettendo a segno 11 punti e contribuendo anche lui alla grande gara tutta cuore e difesa della Dinamo. Voto: 7

 

Giacomo Devecchi: prova sufficienza per il ministro della difesa, senza infamia ne lode. Mette a segno 3 punti e gioca con la solita voglia. Voto: 6

 

Bootsy Thornton: non la miglior serata per l’ex Siena, ma spesso e volentieri toglie le castagne dal fuoco al suo allenatore con un’intensità difensiva e una voglia di vincere invidiabile. Voto: 6.5

 

Travis Diener: entra in campo con una grande voglia di mettersi al servizio della squadra, dopo la brutta prova di gara 4, culminata da numerosi assist ma con tanta imprecisione al tiro. Stasera ritrova la via del canestro con 8 punti dall’area e regala 5 assist ai suoi compagni. Voto: 6.5

 

Drake Diener: Se il cugino non è perfetto come al solito ci pensa lui a regalare alla Dinamo 18 preziosi punti, conditi da un perfetto 5/5 dall’area e un 1/ 4 dai 6,75. E’ il migliore di Sassari con 27 di valutazione. Voto: 7.5

 

Manuel Vanuzzo: torna protagonista come aveva fatto in gara 1. A dispetto degli anni, che per lui sembrano non passare mai, mette a segno 13 punti con un ottimo 3/ 4 da 3 che sostanzialmente vale la chiusura anticipata del match dopo le due bombe di fila del terzo periodo. Voto: 7.5

 

Brian Sacchetti: Non la sua miglior serata in questa serie di playoff, incappa in una giornata “no” dall’arco 0/2, ma realizza comunque 4 importanti punti. Servirà un Brian in più nella bolgia del Pianella. Voto: 6

 

Mauro Pinton: Ingiudicabile nei soli 3 minuti sul parquet. Voto: S.V.

 

Drew Gordon: le ingenuità pagate a caro prezzo in gara 4 vengono ampiamente dimenticato nella partita di stasera. Assieme al suo capitano è grazie al suo apporto che Sassari riesce a scavare il solco decisivo di fine secondo e inizio terzo quarto. Segna 13 punti, è dominatore sotto le plance (9 rimbalzi) e si merita un buon 21 di valutazione. Voto: 7.5

 

Tony Easley: Gravato di quattro falli abbandona anzitempo la partita, per rientrare solo nel finale. Il fallo tecnico preso nel secondo periodo lascia Sassari senza il suo lungo titolare, fortuna che i suoi compagni non lo fanno rimpiangere. Voto: 5.5 

 

 

 

Lenovo Cantù:

 

Marko Scekic: nove minuti, quattro punti segnati, ma rivedibile sotto canestro. Voto: 5.5

 

Martin Leunen: incappa in una pessima serata, limitato al massimo dalla difesa sarda. La sua serata è resa ancor più negativa dalla pessima mira che gli è valsa un 2/6 dal campo. Al Pianella servirà un altro Martin. Voto: 5

 

Nicolas Mazzarino: pessima partita per il “Cardinale”, zero tentativi dal campo, un solo punto dalla lunetta. Le sue bombe sono mancate e non poco a Cantù. Voto: 4.5

 

Jeff Brooks: per lui vale lo stesso discorso fatto per il suo compagno Leunen, limitato dai feroci difensori di Sassari si regala una prova incolore con 4 punti (1/6 totale dal campo) Voto: 5

 

Alex Tyus: l’unico a salvarsi assieme al suo compagno Ragland. Mette muscoli ed intensità dentro l’area, risultando dominatore al rimbalzo (12) e buon realizzatore con 13 punti. Voto: 6

 

Jonathan Tabu: incappa in una brutta serata in cui non riesce a centrare il bersaglio dai 6,75 risultando determinante già nel secondo periodo (0/5 totale). Dai suoi errori Sassari crea il solco decisivo. Da rivedere. Voto: 5

 

Joe Ragland: era stato determinante nelle due gare del Pianella, nella quinta gara è uno dei pochi a salvarsi, ma non basta per evitare la batosta. Voto: 5.5

 

Pietro Aradori: i tifosi di Sassari non l’hanno accolto bene, anzi hanno ironizzato tutta la partita sul suo presunto “tuffo” dopo il contatto con Gordon di gara 4. Lui d’altro canto non si sa vendicare e gioca una partita a tratti imprecisa, chiudendo con 12 punti, ma un con pessimo 0/3 dai 6,75 e un 3/9 dall’area. Voto: 5

 

Stefano Mancinelli: fischiatissimo dai tifosi sardi sembra quasi lasciarsi intimorire dai 4500 del PalaSerradimigni. In 16 minuti non lascia traccia se non per il primo canestro della serie realizzato a Sassari e per l’uscita accompagnata dal campo dopo i cinque falli commessi. Voto: 4.5

 

Il pubblico di Sassari: merita una menzione di merito il meraviglioso pubblico del PalaSerradimigni, vero sesto uomo, che ha spinto gli uomini di Meo Sacchetti verso la vittoria. I 4500 tifosi non hanno smesso di incitare la propria squadra nemmeno un minuto e meritano loro stessi un lungo applauso. Vedere poi le due tifoserie stringersi la mano e brindare nella clubhouse della Dinamo davanti ad una birra è un qualcosa che nello sport troppo spesso manca. Voto: 10

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy