Sassari-Cantù, le pagelle: Drake Diener inarrestabile, per Cantù non bastano Ragland e Gentile

Sassari-Cantù, le pagelle: Drake Diener inarrestabile, per Cantù non bastano Ragland e Gentile

Commenta per primo!

Il caldissimo pubblico del PalaSerradimigni
  Dinamo Banco di Sardegna Sassari:
L’MVP del match in azione
  Marques Green: prova sottotono per il folletto di Philadelphia che incappa in una prova incolore da 0 punti, non bastano i 3 assist ad alzare il suo voto alla sufficienza. Voto: 5   Juan Fernandez: 4 minuti in campo senza infamia ne lode, 0/2 dal campo e 1 assist. Merita un 6 d’incoraggiamento. Voto: 6   Caleb Green: non riesce a replicare la grande prova di Olbemburg, impreciso dal campo con un 4/11 mette a segno 10 soli punti litigando più volte con il ferro. Voto: 6   Giacomo Devecchi: sfortunato nell’ultimo periodo e costretto ad uscire per un infortunio, ma sempre decisivo in fase difensiva. Mette a segno 7 punti, 4 rimbalzi e 2 palle recuperare. Come sempre una garanzia. Voto 6.5   Travis Diener: non è ancora al top, ma è sempre utilissimo alla squadra con 4 assist e 11 punti. Impreciso dai 6,75 (1/4), ma il suo apporto non può e non deve mancare. Voto: 6,5   Linton Johnson: 10 punti, 7 rimbalzi, 3 palle recuperate, buona prova difensiva per il gigante di Chicago. Voto: 6.5   Brian Sacchetti: come più volte ripetuto dal sottoscritto un vero e proprio gregario di lusso. Gioca 15 minuti con grande personalità mettendo a segno 4 punti. Voto: 6.5   Drake Diener: ManDrake stupisce ancora tutti, parte in sordina, ingrana e nei momenti chiave del match prende per mano la squadra e mette a segno la bellezza di 31 punti conditi da 2 assist e 2 rimbalzi. Voto: 8   Manuel Vanuzzo: ingiudicabile nei 5 minuti in campo, ancora da rivedere dopo l’infortunio che lo ha tenuto fermo per una buona parte di precampionato. Voto: S.V.   Omar Thomas: non è ancora il giocatore che nel 2011 si meritò il titolo di Mvp del campionato, ma è utilissimo ai suoi con dei canestri decisivi nel 3° periodo che non permetto ai lombardi di scappare. Voto: 6.5   Pallacanestro Cantù:
Joe Ragland stavolta non è bastato
  Awudu Abass: 5 minuti in campo, un solo punto segnato dalla lunetta, non lascia certamente il segno, ingiudicabile. Voto: S.V.   Marcel Jones: prova incolore per l’americano che con 3 punti segnati e uno 0/2 dal campo non arriva alla sufficienza. Voto: 5   Adrian Uter: i suoi 10 punti, segnati con autorità sotto canestro illudono Cantù che grazie alle sue folate vola anche a +7, purtroppo non tiene a freno la lingua e si fa fischiare un fallo tecnico nel momento decivo del match. Voto: 6   Roberto Rullo: in 3 minuti giocati riesce a farsi fischiare un fallo antisportivo che costa a Cantù il vantaggio accumulato nei primi 3 periodi. Voto: 4.5   Marteen Leunen: decisamente da rivedere la sua prova, era temutissimo dai sardi per la sua duttilità e le sue improvvise folate offensive, gioca invece una prova incolore che gli costa l’insufficienza. Voto: 5.5   Michael Jenkins: 1/8 dal campo, -2 di valutazione, le statistiche parlano chiaro. Voto: 5 Joe Ragland: autore di una grandissima partita condita da 17 punti, 1 rimbalzo e 2 assist. La sua partita tutto cuore basta ai lombardi. Voto: 6.5   Pietro Aradori: uno dei migliori tra le file dei brianzoli, purtroppo per lui e i suoi tifosi non riesce a zittire il pubblico sardo come successe lo scorso maggio. 14 punti, 8 rimbalzi e 4 palle recuperate. Voto: 6.5   Marco Cusin: fermato da un guaio fisico gioca col freno a mano tirato nei 21 minuti in campo. Voto: 5   Stefano Gentile: Sicuramente il migliore di Cantù, gioca 3 quarti strepitosi e perfora la difesa sassarese 2 bombe. Mette a segno 13 punti totali, è un vero trascinatore anche in difesa, ma non basta. Voto: 7.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy