Seria A: il Pagellone della 1^ giornata

Seria A: il Pagellone della 1^ giornata

Commenta per primo!

Alex Kirk
In attesa della gara tra Trento-Milano, che si giocherà nella serata giovedì, possiamo tirare le somme su quanto visto nelle prime 6 partite di campionato. Vediamo chi sono stati i migliori e chi, invece, ha deluso le aspettative della vigilia.   ALEX KIRK 8,5 – Nella prima vittoria di Pistoia sono molti i giocatori a brillare. Knowles mette a referto 20 punti, Roland e Filloy smistano 19 assist in due, ma l’MVP indiscusso della partita è Alex Kirk. 20 punti, 10 rimbalzi, 5 stoppate e 35 di valutazione. Prova maiuscola per il centro americano di Pistoia, una presenza in entrambe le metà campo. Il 4/5 dall’arco dice tutto sulla straordinaria partita giocata dall’ex Cleveland Cavaliers. il migliore di giornata. DAVID LOGAN 8 – Quando la palla scotta ci pensa sempre lui. Non è quasi mai continuo nell’arco dei 40, ieri 45, minuti ma nei finali di gara è il giocatore a cui tutti gli allenatori affiderebbero le sorti della propria squadra. La Dinamo deve ringraziare Alexander e Stipcevic se è riuscita a riagguantare una Vanoli in grande spolvero, ma i riflettori sono, ancora una volta, tutti per David Logan. 24 punti alla sirena, 12 nel solo overtime. È l’unico confermato del quintetto campione d’Italia 2014/2015. Domenica sera ci ha chiarito il motivo per cui Sacchetti non ha voluto privarsi del suo numero 3.
David Logan
DEXTER PITTMAN 8 – Nella straordinaria rimonta di Bologna ai danni di Venezia è lui il migliore. Le cifre sono pazzesche, soprattutto in relazione al minutaggio. 19 punti e 9 rimbalzi in soli 22 minuti gioco, con il 70% dal campo e +17 di plus minus. Ha tenuto a galla la sua squadra per tre quarti, prima che Fontecchio e Ray mettessero ko l’Umana nel finale. Il gigante, ex Miami Heat, si candida ad essere uno dei lunghi più dominanti dell’intera serie A. IL TRIO AZZURRO DI REGGIO 8 – Ci si aspettava che Pietro Aradori, Achille Polonara e Amedeo Della Valle avrebbero subito un calo di forma dopo l’intensa estate vissuta in maglia azzurra. Così non è stato. Si sono rivelati decisivi in supercoppa e sono stati protagonisti della prima uscita in campionato di Reggio Emilia. La sfida non era delle più semplici. Torino non aveva nessuna intenzione di limitarsi ad un ruolo di comparsa davanti al proprio pubblico, dopo 22 anni di assenza dal massimo campionato. Alla fine, però, il passivo è severo e il trio della nazionale mette insieme 54 punti, tirando con percentuali irreali sia da 2 che da 3 punti. Siamo solo alla prima giornata ma il messaggio lanciato dalla Grissin Bon e dai sue tre alfieri italiani è arrivato chiaro e forte da Venezia alla Sardegna. SHAQUIELLE McKISSIC 7,5 – Mezzo voto in meno solo per il risultato. La sua Pesaro torna a casa dalla trasferta campana senza punti ma con la consapevolezza di essere uno squadra con carattere, che può contare su uno straordinario Shaquielle McKissic. È lui il top scorer della prima giornata. 29 punti e 10 rimbalzi sono le sue cifre. Il venticinquenne di Seattle ha mostrato talento e fisicità straripanti che faranno senz’altro divertire i tifosi di Pesaro nel corso della stagione.
Shaquielle McKissic
VENEZIA 5 – L’Umana non riesce a scrollarsi di dosso la sconfitta subita per mano di Milano in semifinale di supercoppa. Perde ancora, questa volta in casa di Bologna. Trovare un peggiore in campo risulta complicato. Hrvoje Peric sembra il lontano parente del giocatore irresistibile dello scorso anno. Il -19 con lui in campo rende l’idea del pomeriggio vissuto dall’ala croata. Phil Goss e Mike Green non brillano l’uno vicino all’altro e il neo acquisto Josh Owens sembra essersi scordato come si domina sotto i tabelloni nel tragitto Trento-Venezia. La Reyer è, senza alcun dubbio, una delle formazioni più attrezzate dell’intero campionato. Dovrà dimostrarlo già il prossimo weekend, in casa con Capo d’Orlando, ridando certezze e sciogliendo qualche dubbio a coach Recalcati, che ieri festeggiava le 900 panchine in serie A. BRAD HESLIP 4,5 – Polveri bagnate per il venticinquenne di Oakville. Dopo una pre-stagione esaltante ci si aspettava un’eccellente partenza in campionato. Le cattive percentuali lo hanno pesantemente condizionato nei 34 minuti di impiego sul parquet. A ogni tiratore capita una serata storta, ma Heslip non ha saputo compensare le sue difficoltà offensive dando un contributo nelle altre fasi di gioco, risultando dannoso per la sua squadra. Rimandato alla seconda giornata, nella quale Cantù affronterà in casa la Dinamo Sassari.
Brad Heslip
BRANDON DAVIES E MYCHEL THOMPSON 4 – I due americani di Varese risultano i peggiori in una serata in cui non si può dire che sia stata giocata una grandissima pallacanestro. 0/7 dal campo per il primo e 0/8 per il secondo, virgola per entrambi. Varese perde in casa con Caserta priva della sua stella Peyton Silva e i due americani finiscono, inevitabilmente, sul banco degli imputati. Nella prossima gara Varese scenderà in campo al Forum di Assago nel derby con Milano. La pressione sarà tanta per una squadra obbligata a migliorare i deludenti risultati della passata stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy