Serie A: il Pagellone della 3^ giornata

Serie A: il Pagellone della 3^ giornata

Commenta per primo!

Kenneth Kadji
La sfida tra Milano e Avellino ha concluso una terza giornata ricca di sorprese e di imprese sportive certamente da ricordare. Come al solito scopriamo chi si è distinto maggiormente e chi invece ha demeritato.   KENNETH KADJI 9 – Il migliore di giornata è l’ex di turno Kenneth Kadji che, dopo lo scudetto in Sardegna, è approdato a Brindisi diventando subito uno dei protagonisti della squadra: 25 punti con il 73% da due e 14 rimbalzi sono il suo score nel primo ritorno a Sassari. La squadra pugliese gioca una partita ai limiti della perfezione e trova nel lungo camerunense un leader inaspettato. La vittoria sulla Dinamo fa sognare i tifosi e la prossima gara, in casa con Trento, ci darà un quadro più preciso su due delle possibili outsider del campionato. DARJUS LAVRINOVIC 8,5 – Il trascinatore di Reggio Emilia nella partita al cardio palma con Cantù è un lituano di quasi 36 anni. Darjus Lavrinovic ha giocato una gara da vero leader, segnando 24 pesantissimi punti, subendo ben 12 falli. Cantù non demerita, anzi mette in mostra uno dei migliori talenti del campionato, Brad Heslip. Era stato uno dei flop della prima giornata, ora sembra aver preso la giusta confidenza con i ferri nostrani e i suoi 30 punti ne dimostrano le incredibili potenzialità. KRUNOSLAV SIMON 8,5 – 21 punti con più del 60% dal campo e 10 rimbalzi sono il clamoroso impatto del croato nella trasferta campana dell’EA7. Nonostante il suo impalpabile inizio di stagione, Simon ha dimostrato perché è stato fortemente voluto da coach Jasmin Repeša durante l’estate. Milano sta iniziando ad ingranare, tutte le contendenti al titolo sono avvisate.
Krunoslav Simon
BENJAMIN ORTNER 8 – Le due schiacciate in testa a Ebi rimarranno a lungo impresse nella mente dei torinesi. Venezia passeggia sulla Manital e Benjamin è il chiaro MVP della gara. 21 punti in 23 minuti con il 75% dal campo sono cifre di grandissima sostanza. Il lungo austriaco non ci sta a fare da riserva al nuovo arrivato Josh Owens, Recalcati avrà un bel grattacapo a gestire le rotazioni. MOUHAMMAD FAYE e LUCA CAMPANI 8 – Varese finalmente riesce a sbloccarsi. Mouhammad Faye è il migliore in campo alla sirena con 19 punti, 14 rimbalzi e 30 di valutazione, affiancato da un convincente Ukic, alla seconda uscita con la maglia dell’Openjobmetis. Oltre al dominante lungo senegalese, un altro giocatore è riuscito a distinguersi: Luca Campani. Il venticinquenne emiliano ha messo in campo il suo grande atletismo firmando 16 punti, conditi da 6 rimbalzi. Varese festeggia così i primi due punti in campionato e proverà a bissare il risultato nella difficilissima sfida in casa della prossima settimana contro il Banco di Sardegna. ALEX KIRK 7,5 – Sono molti i giocatori a brillare nella trasferta trentina: Arel Filloy ha dato alla scossa a cavallo tra il primo ed il secondo quarto, dando il via al parziale di Pistoia, mentre Antonutti ha puntualmente punito la difesa di Trento infilando numerose triple sugli scarichi dei compagni. Nonostante questo, è il solito Alex Kirk ad aver avuto l’impatto decisivo per i suoi. Chiude un primo tempo sfiorando la perfezione, portando fuori dall’area il suo marcatore e punendolo con morbidissimi tiri piazzati. Nella seconda parte di gara sporca un po’ le sue statistiche, commettendo qualche infrazione di troppo, chiudendo comunque con 19 punti e 9 rimbalzi. CHRISTIAN EYENGA 5 – Parte ancora titolare nella sfida con Brindisi ma dimostra, una volta di più, di essere l’acquisto estivo che si è integrato con maggior difficoltà nei meccanismi della squadra di coach Sacchetti: 2 punti e poco altro in 24 minuti di impiego nella sconfitta del posticipo di Domenica. L’ex varesino non sta producendo quanto a Sassari si aspettavano. È presto per dare giudizi ma le numerose sfide tra campionato ed Eurolega ci diranno se Eyenga sia realmente pronto per una squadra di prima fascia come la Dinamo. JAMAAR SANDERS 4,5 – Non è l’unico a deludere nella débâcle casalinga dell’Aquila Trento, però ha il demerito di essere il giocatore che ha alzato per primo bandiera bianca. In difesa non è stato efficace come al suo solito, ma è in attacco ad essere stato veramente dannoso per i suoi, rallentando eccessivamente il ritmo e scegliendo conclusioni avventate, soprattutto dalla lunga distanza. La prossima settimana Trento andrà in scena a Brindisi contro una delle squadre più in palla del campionato, e per tentare un colpaccio servirà un Sanders decisamente diverso da quello contro Pistoia.
Jamaar Sanders
NDUDI EBI 4,5 – Si presenta in riscaldamento con un berretto di lana, facendo presagire che le sue mani saranno decisamente fredde alla palla a due. 3 punti e un solo canestro dal campo non sono il rendimento che tifosi e staff di Torino si aspettano da un giocatore del suo calibro. Lo scarso minutaggio è una parziale scusante per la sua prestazione ma le due schiacciate subite da Ortner sono lo specchio della sua domenica. La Manital sta faticando non poco in questo inizio e il prossimo weekend la aspetta una complicata trasferta a Cantù, in casa di una squadra desiderosa di vittoria dopo aver subito la rimonta di Reggio Emilia.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy