SERIE A, Playoff 2018 – Vanoli Cremona

SERIE A, Playoff 2018 – Vanoli Cremona

Dalla retrocessione ai playoff. La favola della Vanoli Cremona

di Riccardo Vecchia

Un anno fa Cremona salutava la massima serie con una sconfitta pesante contro Varese, ora con la vittoria al PalaRadi contro Capo d’Orlando la Vanoli si assicura un posto tra le prime 8 del campionato. Sembra una favola e invece per i tifosi biancoblù è realtà. Sacchetti ha saputo costruire una squadra capace di giocare una pallacanestro divertente e che ha messo in crisi tutte le squadre; Cremona ha saputo crescere nel corso della stagione migliorando i propri punti deboli e rafforzando le proprie consapevolezze

La squadra costruita era pronta per disputare il campionato di A2 ma con preziose aggiunte in corsa, Johnson Odom alla prima di campionato e Fontecchio qualche mese dopo, Cremona è diventata un gruppo solido e forte che ha saputo reggere nei momenti più difficili e ha vinto partite importanti per il raggiungimento dell’obiettivo post season.

Ora Cremona è pronta per affrontare i playoff con grandissimo entusiasmo ma consapevole che l’avversario al primo turno è di tutto rispetto. Ironia della sorte, come la prima volta nel 2016, Cremona incontrerà venezia al primo turno di playoff. Il Taliercio in Serie A è un tabù, chissà che Sacchetti e l’esperienza dei cugini Diener non possano interrompere questa striscia negativa.

 

Chi sale

Henry Sims è sicuramente un giocatore diverso rispetto alla prima metà di campionato: più preciso e pericoloso in attacco, deve ancora crescere in difesa nonostante anche in fase di non possesso sia migliorato discretamente. Ruzzier si è dimostrato un giocatore importantissimo per i meccanismi di questa squadra, come evidenzia la sconfitta di Varese. Abile sia in fase di realizzazione che di costruzione del gioco, l’ex di turno dovrà essere l’uomo in più della Vanoli. Tra i giocatori in rampa di lancio c’è anche Travis Diener, fisicamente in forma e in crescita rispetto al girone d’andata; Travis ha dimostrato di aver ritrovato il feeling con il canestro mentre le sue doti di assistman sono migliorate ulteriormente. Insomma, sarà la coppia di playmaker a dover guidare il gruppo con leadership e presenza in ambo le metacampo.

Chi scende

Nel finale di stagione Kelvin Martin e Simone Fontecchio hanno patito un po’ di stanchezza dopo una stagione giocata con il turbo. Il loro contributo offensivo ma soprattutto difensivo dovrà fare la differenza in una serie che premierà chi sbaglierà meno. I campioni d’Italia sono i favoriti per lo scudetto, Martin e Fontecchio dovranno tornare i giocatori inarrestabili ammirati nel finale di girone d’andata, quando guidarono i biancoblù alla conquista di un posto per la Coppa Italia. Ultimo giocatore che ha bisogno di ritrovarsi è Landon Milbourne; con l’arrivo di Fontecchio il suo minutaggio è calato, in questi playoff servirà un Milbourne offensivamente preciso, che possa dare un contributo di spessore in uscita dalla panchina. Può essere un jolly importante per Cremona.

 

STATISTICHE INDIVIDUALI

#0 Darius Johnson Odom (187, G, ’89) 18 ppg, 3 rpg, 3apg
#1 Kelvin Martin (195, A, 89) 14 ppg, 5 rpg, 2 apg
#6 Giulio Gazzotti (202, A, ’91) 2 pt
#7 Travis Diener (185, G, ’82) 5 ppg, 4 apg
#8 Giampaolo Ricci (201, A, ’91) 5 pt, 3 rpg
#10 Michele Ruzzier (183, G, ’93) 6 ppg, 3 apg
#11 Marco Portannese (192, A, ’91) 5 ppg
#13 Simone Fontecchio (202, A, ’95) 10 ppg, 3 rpg, 1 apg
#14 Henry Sims (210, C, ’90) 12 ppg, 7 rpg, 1 apg
#16 Drake Diener (196, G, ’81) 8 ppg, 3 rpg, 2 apg
#23 Landon Milbourne (201, A, ’87) 8 ppg, 3 rpg

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy