SF G6 – Sala Stampa: Le parole di Pino Sacripanti e Max Menetti

I due coach analizzano nella conferenza post-gara il sesto atto della serie tra campani ed emiliani, vinto ieri sera dai padroni di casa col punteggio di 83-74.

Commenta per primo!

Ecco di seguito le dichiarazioni dei due allenatori dopo Gara6 della Semifinale tra Sidigas e Grissin Bon.

Pino Sacripanti (coach Avellino): “La partita è svoltata a fine secondo quarto quando abbiamo fatto quel parziale, che ci ha permesso di andare all’intervallo pari. Poi nel terzo e nel quarto periodo abbiamo giocato bene eseguendo tutto ciò che avevo chiesto. In Gara7 dobbiamo fare la partita perfetta. Questa è stata una serie dal livello tecnico-tattico altissimo sia da parte nostra che da parte loro. Quindi chiederò ai miei giocatori il massimo sforzo, chiunque venga chiamato in causa deve cercare di essere perfetto. Ho voluto che la squadra vedesse bene il pubblico, dicendo loro: guardate queste persone, questa è la gente che purtroppo non ci sarà a Reggio Emilia, dobbiamo vincere anche per loro.

Max Menetti (coach Reggio Emilia): “Ci andiamo a giocare tutto in una gara, dopo sei partite in cui ce le siamo date di santa ragione. Abbiamo fatto un grande primo tempo, ma successivamente Avellino ha risposto bene con i suoi migliori giocatori. Ogni gara è una storia a sé. Di sicuro l’infortunio di Gentile al polpaccio è una brutta notizia che non ci voleva. Ragland? Ha spaccato la partita, complimenti a lui, è giusto sottolineare anche i meriti degli avversari. Posso dire che la serie è stata fantastica, è stato espresso un grande basket, anche se avrei voluto giocare una gara secca. L’anno scorso perdemmo lo Scudetto all’ultima partita in casa, ma non abbiamo paura per lunedì, ce la faremo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy