Siena – Varese, le pagelle di G6: Green e Moss fenomeni, Ere & Hackett rimandati

Siena – Varese, le pagelle di G6: Green e Moss fenomeni, Ere & Hackett rimandati

Semifinali G6: Montepaschi Siena – Cimberio Varese 80–82 (15-27; 41-45; 63-65)

 

MONTEPASCHI SIENA

Brown 6,5 – Prestazione in linea con quelle di tutta la stagione: segna più di quanto fa segnare, non si vergogna a cercare conclusioni forzate, il risultato è 17 punti con 15 conclusioni dal campo e tre liberi. Percentuali rivedibili.

Eze 5 – In campo solo 4′ nel primo quarto, poi Banchi lo lascia in panchina per l’intero incontro.

Carraretto 4,5 – Un fallo ogni 2 minuti, il campo lo vede solo per 8. Zero tiri tentati, partita da dimenticare.

Kangur 6,5 – Tira tanto da 3, è uno dei protagonisti della rimonta, anche se le 4 palle perse incidono parecchio.

Sanikidze 5 – 6′ impalpabili, pare svogliato. Giocatore di una discontinuità imbarazzante.

Ress 5 – Gioca sul dolore, non incide in attacco e non copre in difesa.

Ortner 7,5 – Un diavolo sotto canestro, tramuta 3 rimbalzi offensivi in 6 punti, tutti nei momenti in cui la squadra aveva maggiormente bisogno di segnare. Partita da incorniciare, nonostante la sconfitta.

Janning 6,5 – 7 punti, ha il merito di applicarsi con grande volontà in difesa, contribuendo in maniera determinante alla rimonta del secondo tempo (+19 di plus/minus)

Hackett 5,5 – Forza troppo, in penetrazione non è efficace (1/7), qualche errore di troppo ai liberi. Nonostante i 5 assist, 3 di valutazione, che è lo specchio della sua gara con più ombre che luci.

Moss 8 – Gara 5 è stato un incidente di percorso. Con le sue 5 triple di fatto è stato il fautore della remuntada, 17 punti 9 rimbalzi in… 40 minuti. Non si è seduto in panchina neanche per un secondo. Incredibile.

 

CIMBERIO VARESE

Sakota 7 – Tira con cattive percentuali per tutto l’incontro, commette 4 falli e non da l’impressione di essere con la testa nella partita. Trova poi la magia con il tiro della vittoria che gli vale un voto in più. Dopo i famosi problemi di salute, meritava una serata così!

Banks 7 – Della Montepaschi non lo vede nessuno. Il suo palleggio-arresto-tiro è marcabile solo da Moss; quando il 34 biancoverde difende su Green, ecco che Adrian spara dalla media. 16 punti, 8 nel solo terzo quarto, fattore.

Talts 7 – Tira giù 8 rimbalzi, di cui 3 offensivi. Segna una tripla e realizza il gioco da 3 punti nell’ultimo minuto che vale il pareggio. Prezioso

De Nicolao 5,5 – Grinta, voglia di spaccare il mondo, i mezzi però son quelli che sono, fatica terribilmente contro Brown ed Hackett.

Green 8 – E’ tornato quello della stagione regolare. Segna (20pt), fa segnare (5 assist), si butta sotto canestro alla ricerca dei rimbalzi (10, 2 offensivi). Il talento di Mike non lo scopriamo certo stasera, mvp dell’incontro a mani basse.

Cerella 5 – Soffre in difesa, non entra nel ritmo partita come nelle gare precedenti.

Ere 5 – Una tripla siderale, altri 4 punti, poco altro. Sbaglia tanti tiri, Vitucci lo tiene comunque in campo 37′ per via delle rotazioni accorciate.

Dunston 7 – Nonostante il dolore, gioca il primo quarto, letteralmente dominando il pitturato: 10 punti e 3 falli subiti, 15! di valutazione. Per gara 7 lecito attendersi qualche minuto in più.

Ivanov 6 – Sufficente la prova dell’ex Montegranaro, 8 punti d’astuzia in post basso, ma anche qualche errore di troppo ed una applicazione difensiva non adeguata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy