Simon a Milano: “Mi interessa la squadra”

Simon a Milano: “Mi interessa la squadra”

Commenta per primo!
img.rsport.ru

Krunoslav Simon è a Milano. Il giocatore croato reduce dagli Europei si è messo a disposizione del club. “Sono un po’ stanco ma non stanco quanto avrei voluto perché speravo di giocare altre tre partite con la mia Nazionale”, ha detto. Simon aveva finito gli Europei con un infortunio alla caviglia sinistra ma senza complicazioni ulteriori.

“E’ un onore trovarmi qui – dice Simon – in un club così prestigioso e ambizioso. Arrivo in un momento frustrante della mia carriera perché in Nazionale ho giocato bene ma non sono abituato a guardare le statistiche personali. Il basket è uno sport di squadra e noi non abbiamo ottenuto i risultati che volevamo ottenere. Sono abbastanza in forma: a parte gli acciacchi mi alleno da due mesi e quindi ho un certo ritmo”. Il giocatore croato è stato allenato da Coach Repesa sia in Nazionale che a Malaga. “E’ un allenatore cui devo molto, un grande allenatore. Gli devo la grande opportunità di andare a giocare all’estero, in grandi squadre europee. Ovviamente, la sua presenza è stata fondamentale per indurmi a scegliere Milano. Abbiamo un bel rapporto, spero prosegua e di poterlo aiutare”, racconta.

Come giocatore, non parla volentieri di se stesso. “E’ difficile parlare delle proprie caratteristiche, io sono un giocatore di squadra che cerca di vincere e non guardo tanto a quello che faccio individualmente. Di sicuro so come migliorare una squadra, aiutare i compagni e segnare ma preferisco far vedere cosa so fare ed essere giudicato dopo”, spiega. A Milano giocherà con il numero 43. “Il mio numero è il 7 ma negli ultimi due anni ho giocato con il 44, mi piaceva, ma quando l’ho chiesto mi hanno spiegato che a Milano non si può usare e allora ho scelto il numero precedente, 43, la cui somma delle cifre fa proprio 7: mi rendo conto che è un modo abbastanza stupido di scegliere il proprio numero ma è la verità”, sorride. E gli obiettivi’ “Individuali non ne ho, salvo giocare bene, ma vorrei vincere lo scudetto eprché l’Olimpia l’anno scorso non l’ha fatto e vorrei ottenere buoni risultati in Eurolega, anche se oggi non so dire cosa significhi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy