Situazione Dinamo: ” Non ci sono certezze”

Situazione Dinamo: ” Non ci sono certezze”

Commenta per primo!

La Polisportiva Dinamo Srl, nella persona del presidente Luciano Mele e del suo general manager Pinuccio Mele, in un quadro generale in pieno divenire che entro la settimana in corso potrebbe determinare i destini del sodalizio sassarese, sceglie di fare un punto sulla attuale e complessa situazione legata al futuro della società biancoblu.

«Al di là delle tante voci e congetture per ora non ci sono firme di contratti, marchi pronti a sposare il nostro nome e la nostra maglia e pertanto è assurdo anche solo dare valore a voci su giocatori in arrivo o in trattativa: la lotta per la sopravvivenza della Dinamo è l’unico obiettivo presente, e anche questo traguardo è molto lontano. Stiamo perseguendo questo risultato senza risparmiarci, ma il tempo scorre inesorabile. La realtà è che i giorni passano e che ad oltre due mesi dalla conferenza stampa in cui, senza mezzi termini, avevamo presentato la situazione alla platea di giornalisti presenti e al pubblico, siamo ancora ad una fase in cui il nero non trova spazio sul bianco delle carte, e conseguentemente non regala le necessarie, auspicate ed imprescindibili certezze. La realtà è che da settimane, mesi se consideriamo che tutto è cominciato all’indomani della promozione in Lega A, stiamo incessantemente tentando di percorrere tutte le strade possibili per dare un domani alla Dinamo, per permettere alla squadra, alla società ed alla città di trovare un main sponsor capace di dar seguito a quanto di grande fatto nelle ultime recenti stagioni di basket. I tempi però, è facile immaginarlo, sono strettissimi, e lo sono sempre di più fino quasi a poter affermare che sono scaduti.

Per cui a fronte dei numerosi e continui contatti avuti con diversi interlocutori a livello locale e nazionale in fase di ricerca di un possibile sponsor, tutt’ora in corso ma a tutt’ora non forieri di una soluzione che possa ufficialmente risolvere il problema, come già affermato stiamo purtroppo e parallelamente valutando anche le possibili strade che portano ad una cessione. Sono strade che in questo momento corrono affiancate: una la percorriamo con volontà e nell’idea che la speranza sia l’ultima a morire, l’altra con profonda amarezza ma anche con la consapevolezza di averci provato sino in fondo. È un momento in cui il futuro sul campo è lontano, in cui parlare di mercato dimostra solo che non si è minimamente capita la realtà attuale e quanto vicina sia la fine. Ciò che è in gioco è la pura e semplice esistenza del progetto, di una realtà che entro il fine settimana potrebbe scomparire.

Questo è ciò che fa più male, che è più grave. Non c’è nulla di risolto, è vero che qualunque momento potrebbe essere quello buono, ma è anche vero che l’allarme resta fisso sul rosso e ad oggi non ci sono elementi che possano far pensare ad un certo e lieto epilogo della vicenda. Di sicuro non lasceremo niente di intentato. Rimaniamo comunque a disposizione per qualunque chiarimento o delucidazione».

Domani intanto il presidente Luciano Mele, in rappresentanza della società, dello staff e del roster biancoblu parteciperà a Cagliari al “Galà sotto Canestro”, serata evento organizzata dal Comitato regionale della Fip del presidente Bruno Perra, nel corso della quale saranno premiati i protagonisti dell’ultima stagione quattro mori della palla a spicchi: «Avremmo chiaramente preferito partecipare con un altro spirito a questo incontro ma ci sembra giusto, corretto e doveroso rispondere al gradito invito della Fip regionale e del presidente Bruno Perra. Lo facciamo con piacere per ringraziare il Comitato Regionale per la grande vicinanza ed attenzione sempre dimostrata alla Dinamo e all’intero movimento in Sardegna». 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy