Sutor, il controllo del settore giovanile va alla famiglia Bigioni

Sutor, il controllo del settore giovanile va alla famiglia Bigioni

Commenta per primo!

Rilanciare e restituire qualità al settore giovanile: nella stagione che si è appena conclusa questo è stato l’obiettivo primario del Progetto Scuola Basket Montegranaro, condiviso dalla Sutor e dalla famiglia Bigioni.

L’obiettivo è stato raggiunto e, nel segno della continuità, nonché nell’ottica della conservazione e della crescita di un patrimonio tanto importante come è il settore giovanile, la Sutor ha deciso di affidarsi totalmente alla famiglia Bigioni cedendo alla stessa l’ulteriore 50% eriservandosi un rapporto privilegiato di collaborazione rispetto ad una serie di regolamenti che la Fip e la Legabasket impongono per poter disputare un campionato di serie A. Oltre a quanto sopra le parti hanno convenuto di accordarsi in merito alla prelazione sui talenti del Settore Giovanile.

La famiglia Bigioni già impegnata con la “Poderosa” e nell’Associazione “Insieme per la Sutor” ha dimostrato un ulteriore grandissimo attaccamento nei confronti del basket e del territorio di Montegranaro e non.

Riccardo Bigioni, Presidente Poderosa Basket -“Si tratta di progetto partito nella passata stagione – spiega Riccardo Bigioni – di cui andiamo particolarmente fieri. Il fine era quello di sistemare alcune cose e ripartire da quelle che potevano essere le certezze. Abbiamo raggiunto ottimi risultati con tutte le rappresentative e il numero degli iscritti è cresciuto notevolmente. L’idea di avere al 100% la Scuola Basket Montegranaro è stata perseguita e alla fine ottenuta per dare un ulteriore mano alla Sutor. Rimaniamo legati da un cordone ombelicale alla Sutor, tutto quello che però sarà l’organizzazione e i costi, saranno a carico della nostra famiglia. Crediamo molto nei giovani, la nostra intenzione è quella di costruire un ottimo settore giovanile per far si che i ragazzi si possano formare e crescere con la speranza che molti di loro potranno accedere ai campionati professionistici e semiprofessionistici. Sarà una balle cosa non solo per Montegranaro, ma anche per tutti quelle realtà a noi vicine che praticano la pallacanestro. Da oggi inizieremo ad organizzarci al meglio sia per quanto riguarda lo staff che con le società a noi più vicine. Sarà un lavoro importante ed impegnativo al quale dovremo dedicare spazio e tempo. Nel ruolo di responsabile organizzativo è stato riconfermato Luca Di Chiara che ha lavorato bene e colgo l’occasione per ringraziarlo. Come responsabile tecnico avremo Massimiliano Domizioli che ha maturato nella sua carriera tante esperienze con i più giovani fino da quando seguiva il settore giovanile della Sutor Basket. Insieme a loro costruiremo lo staff tecnico e ci organizzeremo per stare vicino alle società limitrofe.
Alessandro Santoro, Direttore Generale della Sutor -“Siamo molto soddisfatti – afferma Santoro – di come sono andate le cose nella stagione che si sta per concludere. La soluzione finale della cessione dell’ulteriore 50% alla famiglia Bigioni, darà ampio respiro alla Sutor per ciò che riguarda gli adempimenti obbligatori imposti dalla Fip e Legabasket e credo che questo sia da considerare un ulteriore gesto importante di amore e affetto verso la pallacanestro. La famiglia Bigioni ha dato un grande contributo alla causa della Sutor in più parti e in tanti modi e questo nuovo atto non va che a confermare la bontà delle persone e soprattutto del progetto che ne scaturisce. Credo che questo sarà un inizio importante, un progetto che deve essere portato avanti con la massima professionalità, precisione e con il sacrificio che contraddistingue qualsiasi attività che viene fatta nel mondo sportivo e imprenditoriale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy